L’opera di William Shakespeare, oltre che per la sua immensità, colpisce per l’universalità dei temi trattati, per l’eterna attualità di drammi e tragedie che più volte sono state riproposte, rielaborate, ristudiate dai più grandi scrittori della storia. In questo senso, il peso esercitato da un dramma come Amleto sull’intera produzione shakespeariana non lascia di certo indifferenti; un’opera unica, singolare, spesso fonte d’ispirazione per diversi autori di diverse generazioni, ma tuttavia integra ed eterna nella sua grandezza.

Sarebbe dunque azzardato porre sullo stesso parallelo un autore come Shakespeare ed uno come Alan Moore, o meglio un’opera come l’Amleto e un graphic novel come Watchmen. Azzardato, sì, per mille questioni; tuttavia, esistono legami nascosti, piccoli agganci che accomunano le due opere e più di quanto ci si aspetti.

Read More