Categoria: Il Merito di una Sceneggiatura

La Poetica Rivelatrice dell’Inizio – 3 film in cui la prima scena svela l’intero senso dell’opera

Che cosa rappresenta l’inizio, il primissimo momento per un film, un racconto, una storia… per la vita?

A volte esso sussiste come mera introduzione a qualcosa di altro, alla vicenda, al personaggio, al luogo. È il classico “C’era una volta” che incorpora la semplice, ma al tempo stesso magica, atmosfera del racconto. Oppure può porsi come uno straordinario inizio ad effetto, che immediatamente è in grado di trasportare lo spettatore in altra dimensione, al di là del tempo, dove dimenticare di sé. Noi, però, ci addentriamo con un altro tipo di inizio, uno di quelli consapevoli della propria non consapevolezza, uno di quelli che, pur essendo solo un’origine, ci sorprendono eternamente.

Read More

Il Merito di una Sceneggiatura: 4 commedie meravigliosamente riuscite – Pt. 4, Amore ed altri rimedi.

Il Merito di una Sceneggiatura.

Il cinema è un’arte potenziale, un’arte che si sviluppa nel tempo e nei luoghi, un’arte fatta di intrecci. Tanti membri partecipano alla stesura di un’opera filmica, membri umani e membri concettuali. Il cinema è un’arte di infinite possibilità, un’arte che ingloba e si determina in tante forme.  Ma cosa porta un film a fiorire, quale concime rende i suoi fiori meravigliosi?
Ogni film ha i suoi motori primari e secondari, esistono film dove ogni parte, quella estetica, musicale, narrativa sono equamente rilevanti ed esistono film che premiano un elemento su tutti. Ecco una rubrica che proverà ad analizzare vari film la cui sceneggiatura, meravigliosamente sviluppata, ha determinato un risultato davvero rimarcabile.

Read More

Il Merito di una Sceneggiatura: 4 commedie meravigliosamente riuscite – Pt. 3, Vero come la finzione.

Il Merito di una Sceneggiatura.

Il cinema è un’arte potenziale, un’arte che si sviluppa nel tempo e nei luoghi, un’arte fatta di intrecci. Tanti membri partecipano alla stesura di un’opera filmica, membri umani e membri concettuali. Il cinema è un’arte di infinite possibilità, un’arte che ingloba e si determina in tante forme.  Ma cosa porta un film a fiorire, quale concime rende i suoi fiori meravigliosi?
Ogni film ha i suoi motori primari e secondari, esistono film dove ogni parte, quella estetica, musicale, narrativa sono equamente rilevanti ed esistono film che premiano un elemento su tutti. Ecco una rubrica che proverà ad analizzare vari film la cui sceneggiatura, meravigliosamente sviluppata, ha determinato un risultato davvero rimarcabile.
Eccoci con uno studio su “Il Merito di una Sceneggiatura”, il cui oggetto concettuale, i cui tempi narrativi, la cui caratterizzazione dei personaggi, talvolta, possono, silenziosamente, connettersi tra loro verso una perla la cui rarità non può che tramutarsi in un sorriso consapevole di uno spettatore incantato, nella dolcezza, nella tristezza o nella paura.

 

4 Commedie meravigliosamente riuscite

(Pt. 3, Vero come la finzione.)

[per leggere pt.1  Il Lato positivo-Rincorrendo un frammento, inconsciamente possiamo finire sulla strada giusta, clicca QUI)

 

Questo articolo proverà ad addentrarsi nei meandri del variegato mondo delle commedie.

Oggi spesso sminuite a cinema da famiglia, a cinema di passaggio, dove non c’è nulla su cui soffermarsi, le commedie hanno in realtà una tradizione davvero importante. Certo, dalla Commedia dell’arte Italiana ad oggi ne è passato di tempo, dal cinema di Sordi e Vittorio De Sica ad American Pie c’è una muraglia cinese in quanto a decrescita cinematografica ma esistono ancora grandi commedie,  la cui sceneggiatura ha saputo narrare emozioni, risate e riflessioni morali, di quelle sempre verdi ma non per questo dimenticabili.

Proviamo ad analizzare Il Merito di una Sceneggiatura in 4 commedie, divise in 4 parti per 4 articoli.

 

[p.s. Woody Allen non è considerato in quanto essendo un vero e proprio fondatore di un sottogenere trattare un suo film implicherebbe trattare uno stile profondamente unico e sui generis, per lui ci sarà una rubrica apposita.]

 

Pt.3 : Vero come la finzione : Un film è un romanzo che non ha mai smesso di crederci

Un film è un romanzo che non ha mai smesso di crederci.

Con questa frase, assolutamente ironica e connessa con l’analisi di questo film, vorrei provare a giocare sull’interessantissimo intreccio narrativo che Vero come la finzione, in tutta la sua leggerezza, ci racconta.

Read More

Il Merito di una Sceneggiatura: 4 commedie meravigliosamente riuscite – Pt. 2, Un’ottima annata.

Il Merito di una Sceneggiatura.

Il cinema è un’arte potenziale, un’arte che si sviluppa nel tempo e nei luoghi, un’arte fatta di intrecci. Tanti membri partecipano alla stesura di un’opera filmica, membri umani e membri concettuali. Il cinema è un’arte di infinite possibilità, un’arte che ingloba e si determina in tante forme.  Ma cosa porta un film a fiorire, quale concime rende i suoi fiori meravigliosi?
Ogni film ha i suoi motori primari e secondari, esistono film dove ogni parte, quella estetica, musicale, narrativa sono equamente rilevanti ed esistono film che premiano un elemento su tutti. Ecco una rubrica che proverà ad analizzare vari film la cui sceneggiatura, meravigliosamente sviluppata, ha determinato un risultato davvero rimarcabile.
Eccoci con uno studio su “Il Merito di una Sceneggiatura”, il cui oggetto concettuale, i cui tempi narrativi, la cui caratterizzazione dei personaggi, talvolta, possono, silenziosamente, connettersi tra loro verso una perla la cui rarità non può che tramutarsi in un sorriso consapevole di uno spettatore incantato, nella dolcezza, nella tristezza o nella paura.

4 Commedie meravigliosamente riuscite

(Pt. 2, Un’ottima annata.)

[per leggere pt.1  Il Lato positivo-Rincorrendo un frammento, inconsciamente possiamo finire sulla strada giusta, clicca QUI)

Questo articolo proverà ad addentrarsi nei meandri del variegato mondo delle commedie.

Oggi spesso sminuite a cinema da famiglia, a cinema di passaggio, dove non c’è nulla su cui soffermarsi, le commedie hanno in realtà una tradizione davvero importante. Certo, dalla Commedia dell’arte Italiana ad oggi ne è passato di tempo, dal cinema di Sordi e Vittorio De Sica ad American Pie c’è una muraglia cinese in quanto a decrescita cinematografica ma esistono ancora grandi commedie,  la cui sceneggiatura ha saputo narrare emozioni, risate e riflessioni morali, di quelle sempre verdi ma non per questo dimenticabili.

Proviamo ad analizzare Il Merito di una Sceneggiatura in 4 commedie, divise in 4 parti per 4 articoli.

[p.s. Woody Allen non è considerato in quanto essendo un vero e proprio fondatore di un sottogenere trattare un suo film implicherebbe trattare uno stile profondamente unico e sui generis, per lui ci sarà una rubrica apposita.]

Pt.2 : Un’ottima annata – L’emozione è un ricordo perpetuo della bellezza del vivere

L’emozione è un ricordo perpetuo della bellezza del vivere, dimenticarsene è peggio che sprecare un ottimo bicchiere di vino.

Esistono temi cinematografici oramai rarefatti nel cinema hollywoodiano, a tal punto da portarci spesso a screditarli con toni pregiudizievoli quasi vincolanti.

Read More

Il Merito di una Sceneggiatura: 4 commedie meravigliosamente riuscite – Pt. 1, Il Lato Positivo.

Il Merito di una Sceneggiatura.

Il cinema è un’arte potenziale, un’arte che si sviluppa nel tempo e nei luoghi, un’arte fatta di intrecci. Tanti membri partecipano alla stesura di un’opera filmica, membri umani e membri concettuali. Il cinema è un’arte di infinite possibilità, un’arte che ingloba e si determina in tante forme.  Ma cosa porta un film a fiorire, quale concime rende i suoi fiori meravigliosi?
Ogni film ha i suoi motori primari e secondari, esistono film dove ogni parte, quella estetica, musicale, narrativa sono equamente rilevanti ed esistono film che premiano un elemento su tutti. Ecco una rubrica che proverà ad analizzare vari film la cui sceneggiatura, meravigliosamente sviluppata, ha determinato un risultato davvero rimarcabile.
Eccoci con uno studio su “Il Merito di una Sceneggiatura”, il cui oggetto concettuale, i cui tempi narrativi, la cui caratterizzazione dei personaggi, talvolta, possono, silenziosamente, connettersi tra loro verso una perla la cui rarità non può che tramutarsi in un sorriso consapevole di uno spettatore incantato, nella dolcezza, nella tristezza o nella paura.

 

4 Commedie meravigliosamente riuscite

(Pt. 1, Il Lato Positivo)

 

Questo articolo proverà ad addentrarsi nei meandri del variegato mondo delle commedie.

Oggi spesso sminuite a cinema da famiglia, a cinema di passaggio, dove non c’è nulla su cui soffermarsi, le commedie hanno in realtà una tradizione davvero importante. Certo, dalla Commedia dell’arte Italiana ad oggi ne è passato di tempo, dal cinema di Sordi e Vittorio De Sica ad American Pie c’è una muraglia cinese in quanto a decrescita cinematografica ma esistono ancora grandi commedie,  la cui sceneggiatura ha saputo narrare emozioni, risate e riflessioni morali, di quelle sempre verdi ma non per questo dimenticabili.

Proviamo ad analizzare Il Merito di una Sceneggiatura in 4 commedie, divise in 4 parti per 4 articoli.

 

[p.s. Woody Allen non è considerato in quanto essendo un vero e proprio fondatore di un sottogenere trattare un suo film implicherebbe trattare uno stile profondamente unico e sui generis, per lui ci sarà una rubrica apposita.]

Pt.1: Il Lato Positivo – Rincorrendo un frammento, inconsciamente possiamo finire sulla strada giusta.

La nevrosi umana spesso trasporta una tragicomicità nel cinema.

Un uomo con un trauma, un disturbo latente venuto a galla, un doversi rimettersi in marcia nel mondo reale, la difficoltà di tornare in vita. Il Lato Positivo ci racconta la corsa di un essere umano verso la riscoperta di se stesso, non seguendo una strada predisposta né i giusti insegnamenti, semplicemente urlando tutta la rabbia ed inseguendo tutta la follia, non irrecuperabile ma assolutamente poco stabilizzata.

Read More

Powered by WordPress & Theme by Anders Norén