Categoria: Poetico Cinematografico

Il Realismo Emotivo: Amour – Amor vincit omnia

Amour

Amour narra la storia di Georges e Anne, due anziani maestri di musica in pensione. La loro esistenza scorre serena e tranquilla fra concerti, visite di vecchi allievi e teneri momenti di intimità. Tuttavia questa dolce vecchiaia viene improvvisamente travolta da una malattia: un ictus cardiaco che lascia Anne paralizzata per metà. Georges però non si dispera e continua ad accudire la moglie convalescente con l’aiuto di una badante. Ma proprio quando Anne sembra guarire, viene colpita da un altro ictus che la trascina in un coma vegetativo da cui non c’è ritorno. Devastato dalla condizione della moglie ridotta a un vegetale, Georges compirà un gesto estremo per preservare la dignità di Anne.

Read More

L’Oriente, il Cinema, la Poesia e la Violenza dell’animo – La Trilogia della Vendetta

“Una vita umana è veramente fragile e fugace come la rugiada del mattino.”

Era il 1951 quando al festival del cinema di Venezia veniva assegnato il leone d’oro ad un regista semisconosciuto proveniente dal giappone: il nome di quel regista era Akira Kurosawa e il film in questione era Rashomon. Da quel momento, grazie alla monumentale pellicola di quello che sarebbe diventato uno dei maestri del cinema mondiale, il cinema orientale ha iniziato a suscitare l’interesse di quel così lontano mondo occidentale. Parlare del cinema di Kurosawa sarebbe meraviglioso ma molto impegnativo, per questo una recensione dedicata a lui soltanto sarebbe più adatta. Per adesso mi limiterò ad accennare quanto questo film abbia segnato la poetica futura e il successo del cinema del sol levante e di tutto l’oriente.

Read More

Io e Annie – L’Amore e la Malattia della morte

Tra i capolavori di Woody Allen, Io e Annie ricopre un ruolo esclusivo per il modo complesso, realistico e sentito in cui tratta l’Amore in ogni suo aspetto, dal più bello al più tragico. Con il suo atteggiamento scanzonato e autoironico, Alvy ci racconta i particolari della sua storia con Annie, rendendoci partecipi dei fattori che hanno portato il rapporto verso la rottura.

Annie e io abbiamo rotto e io ancora non riesco a farmene una ragione. Io… io continuo a studiare i cocci del nostro rapporto nella mia mente e a esaminare la mia vita cercando di capire da dove è partita la crepa, ecco… Un anno fa eravamo innamorati, sapete. È strano, non sono il tipo tetro, non sono il tipo deprimente.

io e annie

Ciò che configura Io e Annie come una “commedia romantica nevrotica” è l’attenzione quasi eccessiva dedicata a riflessioni come questa, che ci colgono più o meno impreparati e sollecitano la nostra empatia per il protagonista, con il quale entriamo subito in sintonia perché riconosciamo in lui gli stessi elementi che potrebbero far crollare le nostre relazioni.

Read More

Eyes Wide Shut – L’intimo, perverso paradosso degli Occhi

“Eyes wide Shut”, ultimo capolavoro di Stanley Kubrick, consuma nel suo stesso titolo il suo intimo paradosso: il mantenersi ad occhi spalancati ma serrati, in uno stato che esaspera la veglia al punto tale da renderla una condizione di onirica trance, mossa dal gorgo della quotidianità, ma resa immobile da quell’inconoscibile e inspiegabile fondo insinuatosi nelle esperienze ordinarie.

Read More

Mulholland Drive – Enigmi da non risolvere: il Diner Winkie’s e il Club Silencio come possibili “luoghi della verità”

Appena diciassette anni fa usciva Mulholland Drive di David Lynch vincendo a Cannes il premio per migliore regia; film considerato pietra miliare della storia del cinema e opera che ha scatenato profluvi di approfondimenti critici e tentativi di interpretazione, che restano molteplici e pur sempre solo tentativi, poiché, diciamolo subito, è un film che strutturalmente e intrinsecamente, più di molti altri, non si presta a rispondere ad un’interpretazione definitiva.

Read More

Poetico Cinematografico: Pt. 4 – Andrej Rublëv

Rubrica: Il Poetico Cinematografico come Simbolo

La presente rubrica intende esplorare il significato del poetico cinematografico: che cosa leghi cinema e poesia e che cosa significhi “fare poesia” attraverso il medium cinematografico. Senza la pretesa di tracciare una mappa esaustiva, ma solo di fare rotta sul alcune isole di questo mare inesplorato.

Qual’è il filo rosso che ci guiderà nell’indagine? Quale è il punto di contatto che si può identificare fra due forme d’arte apparentemente così diverse?

Noi lo identifichiamo senz’altro nel loro costante rimandare a qualcosa di altro, ad un significato che rimane sempre in parte inespresso e mai esaurito completamente.

Nel linguaggio poetico i silenzi sono tanto significativi quanto le parole.

Read More

Poetico Cinematografico: pt. 3 – Un Condannato a Morte è Fuggito

Rubrica: Il Poetico Cinematografico come Simbolo

La presente rubrica intende esplorare il significato del poetico cinematografico: che cosa leghi cinema e poesia e che cosa significhi “fare poesia” attraverso il medium cinematografico. Senza la pretesa di tracciare una mappa esaustiva, ma solo di fare rotta sul alcune isole di questo mare inesplorato.

Qual’è il filo rosso che ci guiderà nell’indagine? Quale è il punto di contatto che si può identificare fra due forme d’arte apparentemente così diverse?

Noi lo identifichiamo senz’altro nel loro costante rimandare a qualcosa di altro, ad un significato che rimane sempre in parte inespresso e mai esaurito completamente.

Nel linguaggio poetico i silenzi sono tanto significativi quanto le parole.

Read More

Poetico Cinematografico : Pt.2 – La Sottile Linea Rossa

Rubrica: Il Poetico Cinematografico come Simbolo

La presente rubrica intende esplorare il significato del poetico cinematografico: che cosa leghi cinema e poesia e che cosa significhi “fare poesia” attraverso il medium cinematografico. Senza la pretesa di tracciare una mappa esaustiva, ma solo di fare rotta sul alcune isole di questo mare inesplorato.

Qual’è il filo rosso che ci guiderà nell’indagine? Quale è il punto di contatto che si può identificare fra due forme d’arte apparentemente così diverse?

Read More

Poetico Cinematografico: Pt.1 – Fitzcarraldo

Rubrica: Il Poetico Cinematografico come Simbolo

La presente rubrica intende esplorare il significato del poetico cinematografico: che cosa leghi cinema e poesia e che cosa significhi “fare poesia” attraverso il medium cinematografico. Senza la pretesa di tracciare una mappa esaustiva, ma solo di fare rotta sul alcune isole di questo mare inesplorato.

Qual’è il filo rosso che ci guiderà nell’indagine? Quale è il punto di contatto che si può identificare fra due forme d’arte apparentemente così diverse?

Noi lo identifichiamo senz’altro nel loro costante rimandare a qualcosa di altro, ad un significato che rimane sempre in parte inespresso e mai esaurito completamente.

Nel linguaggio poetico i silenzi sono tanto significativi quanto le parole.

Read More

Powered by WordPress & Theme by Anders Norén