google-site-verification=Z-iiMQ70202XbeRqAJMdql9f6sCrAIa8gk6Gr_Nm7q4
Home Nella Storia del Cinema Christopher Nolan: Il regista che trascende i generi Christopher Nolan - Il regista che trascende i generi

Christopher Nolan – Il regista che trascende i generi

A mio avviso è regista colui che è capace di trascendere i generi, imponendo se stesso, la propria arte, poesia, filosofia nei temi trattati, sempre variando, sempre ampliandosi, sempre cercando nuove risposte e ponendo nuove domande.

Christopher Nolan è un meraviglioso esempio di tutto ciò. Un regista innovativo nei temi, artista nella fotografia, la sua prima vocazione d’altronde, un romantico, di quel romanticismo un po’ tragico ma sempre speranzoso.

Quando penso a quale genere si rifacciano i suoi film, mi rendo conto che l’unica risposta è “genere Nolan”.

1. Gli inizi ed il tema del tempo

=ê™e

Egli esordisce al grande pubblico con Following, noir a basso costo in bianco e nero, ma il suo primo film davvero degno di nota è Memento. Qui subentra uno dei grandi temi di Nolan, uno di quelli più impliciti ed affascinanti, il tempo.

La regia e la trama di Memento infatti mostrano la necessità dell’uomo di affermarsi in un tempo lineare, di averne coscienza, di poter ricordare, riconoscere ciò che il tempo di mostra nel suo susseguirsi. Lo spaesamento dettato dal non aver memoria del protagonista si riflette nella regia, sempre cupa, non del tutto comprensibile, e nel montaggio che si evolve in un intreccio tra cio che è avvenuto e ciò che avverrà senza realmente permettere a noi spettatori di comprenderne la reale cronologia. Questo permette al regista di poter svelare avvenimenti finali all’inizio dello sceneggiato senza che ciò indebolisca la potenza di un thriller davvero sui generis.

Il tempo è quindi posto da un profilo interno di un protagonista che non ha memoria, il tempo lo vediamo costruirsi e formarsi in sequenze dissociate a cui poi potremo dare una storia.

Nolan qui ci regala un profondo psicologismo umano, il tempo non è un invariante, nella fisica odierna ce lo insegna Einstein, il tempo è un’unità di un sistema di riferimento, e non esiste un sistema di riferimento assoluto. Il tempo è profondamente antropomorfo e per questo nulla di certo si ha sul suo conto, questo film ci mostra una prospettiva caotica di un uomo che per scoprire se stesso deve ricordare e riformare il proprio tempo.

2.La trilogia oscura

batmannolan

Ma quello era solo l’inizio per Nolan, egli successivamente sarà l’artefice di un vero e proprio capolavoro, uno dei tanti suoi, la trilogia di Batman.

Dopo un primo Batman Begins davvero unico nella storia degli adattamenti cinematografici del fumetto, essendo infatti la storia dell’ascesi di Bruce Wayne al suo alter ego e portando sullo schermo nemici neofiti del cinema, il reale culmine della trilogia lo si avverte nel secondo film, The Dark Knight (il cavaliere oscuro).

Qui il regista segna un punto indelebile nella storia dei film sui supereroi, donandoci un film che traccia le psicosi umane, l’oscurità di un vero e proprio eroe machiavellico quale è Batman.

Rompe il vetro morale andando al di là del bene e del male, analizzando il senso insensato del caos, della limitatezza umana nel suo illudersi di aver costruito una società realmente funzionante , regalandoci un Joker che permette ad Heath Ledger di forse persino oscurare un grandissimo come Jack Nicholson attraverso una delle migliori performance del nuovo millennio.

Tutto ciò senza dimenticarsi della potenza dell’emotività, con personaggi come Alfred, alias Michael Caine, e dell’amata Rachel.

Infine con il 3 ed ultimo film, Il ritorno, Nolan ci mostra un affascinante prospettiva sulla “guerra civile” ma soprattutto sul concetto di terrore, di dominare attraverso la paura, di dover avere paura per superare la paura stessa ma , così che questa, nel caso del protagonista ci rilevi tutta la nostra potenzialità, lasciandoci un finale romantico, speranzoso, con il Bene sempre trionfante.

3. Imporsi nella storia del cinema

Affascinante sarà anche il tema dell’illusione trattato in The prestige.

Il sapere che non sia realmente plausibile ma non sapendo il perchè, lo stupore rispetto all’impossibile, la tensione, la rivalità, il voler poter andare al di là di ciò che si può afferrare, il passare una vita ingannando tutti, anche se stessi sono tasselli di un opera affascinante, sospesa, come d’altronde accade al genere umano, tra il vero ed il falso, il certo ed il relativo perché anche la sua realtà (del film) è, in un certo senso, un’immensa illusione.

inception

Inception, Inception, Inception è a mio avviso il grande capolavoro di Nolan. E’ un film terribilmente affascinante, adrenalinico, complesso al punto giusto, capace di evolversi nei giusti tempi, con il giusto dinamismo, trattando uno dei temi più intriganti che l’essere umano possa contemplare, i sogni.

Attraverso il solito geniale Di Caprio, accompagnato da una squadra di interpreti perfetti, Il regista ci racconta una storia davvero unica, mai realmente pensata prima nel cinema Hollywoodiano, ampliando e sfruttando al meglio quei pochi studi “certi” sul mondo libidico.

Ci mostra lati reconditi della natura umana, della sua paura per la realtà, del non reputarla sufficiente, del rischiare di perdere le barriere che dividono sogno e reale, perdendosi in un mondo che ne è un ibrido, ma ricordandoci sempre la forza incontrastante della volontà, della voglia di vivere, dell’amore. E’ proprio l’amore il tema che più mi ha affascinato della sua ultima chicca, Interstellar.

Anche qui Nolan è capace di stupire, trattando un genere assai divergente ma mantenendo sempre la sua “arte registica”. Interstellar è un film di fantascienza ma tendenzialmente antropologico, sociologico ed alquanto simbolico. Personaggi come Il professore, Il dott. Mann, ci mostrano maschere dell’uomo, quand’egli predilige il cinismo, quand’egli fallisce rispetto alla paura, perdendo la sua volontà, perdendo l’amore per la specie, perdendo come direbbe Husserl, il senso della ricerca umana.

Il protagonista invece, interpretato dal riscoperto McConaughey, forse un pò lineare e statico nello sviluppo del suo personaggio, assieme all’emozionante figlia ci mostra una meravigliosa idea dell’amore, come unico concetto dall’uomo conosciuto che trascende tempo e spazio, divendo strumento di contatto con la Pentadimensionalità, divenendo arma di vittoria contro la decadenza umana.

Nolan, insomma, si è rivelato uno dei più grandi registi del nostro millennio, intrigandomi alla sola idea di potermi emozionare nuovamente.

Nolan forse non è l’eroe che il nostro mondo merita, ma quello di cui ha infinitamente bisogno.

Andrea Vailati
"Un giorno troverò le parole, e saranno semplici." J. Kerouac

8 COMMENTS

  1. I have been surfing online more than 3 hours nowadays,
    yet I by no means found any interesting article like yours.
    It is lovely worth sufficient for me. In my view, if all webmasters
    and bloggers made good content material as you probably did, the internet
    might be a lot more helpful than ever before.

    • I really appreciate what you said. Thank you very much, i hope you’ll continue following this blog, which is only made with love for Cinema!!. If you have any suggestions or you’d like any article to be made or any film to be described just say it! talk soon 🙂

  2. It is appropriate time to make some plans for the future and it is time to be happy.
    I have read this post and if I could I wish to suggest you few interesting things
    or tips. Perhaps you can write next articles referring to this
    article. I wish to read even more things about it!

  3. Hi there! Someone in my Myspace group shared this site with us so I came to give it a look.
    I’m definitely enjoying the information. I’m book-marking and will be tweeting this to my
    followers! Wonderful blog and outstanding style and design.

  4. Hello there, You have done an excellent job. I’ll definitely digg it and personally
    recommend to my friends. I am confident they’ll be benefited from this web site.

  5. When I initially commented I clicked the “Notify me when new comments are added” checkbox and now each time
    a comment is added I get several e-mails with the same comment.
    Is there any way you can remove people from that service?
    Thank you!

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

LEGGI ANCHE

Quentin Tarantino e i Meta-Personaggi

Tarantino e i meta-personaggi. “Se pensate di vedere doppio non regolate il vostro televisore perché, beh, in qualche modo è così!” (C’era una volta a… Hollywood) Il...

Joker danza sulle note di I started a joke dei Bee Gees

Ballare. Il tratto (o uno dei tratti) che rende il Joker di Phoenix unico è in quel momento: il momento in cui le spalle s'irrigidiscono,...

La società di Gotham non è quella reale

"Gotham ha fatto il suo tempo. Come Costantinopoli e Roma prima ancora, la città è diventata terreno fertile per sofferenze e ingiustizie. Impossibile salvarla,...

Arancia Meccanica – La Melodia dell’Ultraviolenza

Arancia Meccanica è una delle opere cinematografiche più intense e provocatorie del novecento, una pietra miliare per il cinema che mira a curare l'introspezione...