News

5 tra i migliori personaggi SECONDARI di Tarantino

Introduzione

Rubrica: Il cinema secondo Tarantino

Oggigiorno si parla tanto di Tarantino.

Nonostante l’ultimo film abbia subito non poche critiche, il cinema tarantiniano è in un pieno momento di “cultizzazione”, un vero è proprio fenomeno di massa di ritorno ai classici del regista pulp.

A tratti sembra quasi un fenomeno mercificante, quasi Tarantino sia divenuto un brand, quasi vada di moda diffondere immagini di Kill Bill, video di Pulp Fiction e cosi via.

Ma questo non cambia un’ineluttabile verità: Tarantino è un grande regista, chi lo definisce genio, chi grande emulatore, chi mainstream, a mio avviso Tarantino è uno dei più interessanti registi di sempre, un vero maestro del Cinema. Questa rubrica proverà a ricordarne il perchè.

Tra le tante peculiarità a lui affini, oggi volevo trattare una delle mie preferite, la sua geniale capacità di caratterizzazione dei personaggi( già trattata in 5 tra i migliori personaggi PRINCIPALI di Tarantino), ancor più ineguagliabile quando si tratti di quelli SECONDARI. Bastano pochi minuti a costruire storie epiche, poche battute a strutturare un personaggio capace di divenire icona, poche inquadrature a renderlo leggendario.

Ecco 5 tra i migliori personaggi SECONDARI di Tarantino.(l’ordine è casuale)

1.Hattori Hanzo (Sonny Chiba in Kill Bill vol. 1)

Ho fatto ciò che 28 anni fa, davanti a Dio, avevo giurato di non fare più. Ho creato “qualcosa che uccide le persone”. E in questo ho avuto successo. L’ho fatto perché, filosoficamente, sono favorevole al tuo scopo. Senza presunzione, questa è la mia spada migliore. Se nel tuo viaggio dovessi incontrare Dio, lo trapasserai. Bionda guerriera, vai.(Hattori Hanzo)

Quando si tratta di Kill Bill, ogni questione è capolavoro. In ogni scenario, che fosse registico, musicale, fotografico, Tarantino ha giocato con l’arte del cinema come in pochi hanno fatto nella storia.

Ogni personaggio di Kill Bill è caratterizzato a tal punto da trascendere il cinema stesso, divenendo icona, a tratti leggenda. Chi non vorrebbe una spada di Hattori Hanzo? La lama che può trafiggere Dio, la lama che non ha prezzo. Ecco, l’uomo di Okinawa si presenta come un venditore di sushi, ma Beatrix Kiddo sa che dietro c’è una storia ben più grande. Con qualche scambio di battute colpisce nel segno, svelando l’identità nascosta. Hattori Hanzo, l’uomo le cui spade non hanno eguali. Egli non avrebbe dovuto più costruire “qualcosa che uccide le persone” ma basta un nome per infrangere il divino giuramento, Bill.

Hattori Hanzo soundtrack: The Lonely Sheperd

Curiosità: Hattori Hanzo è un samurai, condottiero giapponese realmente esistito nel 1500. Inoltre Sonny Chiba aveva già, molti anni prima, interpretato Hattori Hanzo nella serie tv degli anni ’70 Kage-no Gundan

Andrea Vailati

"Un giorno troverò le parole, e saranno semplici." J. Kerouac