News

Joaquin Phoenix – Il protagonista dell’altra Hollywood

Introduzione

”L’attore non recita le parole ma i sentimenti, che la parte è fatta non di parole ma del sottofondo affettivo: è quella la parte nascosta da scoprire dell’attore.” (Kostantin Sergeevic Stanislavskij)

Se si vuole giudicare un attore per una singola interpretazione basta guardare il film, se però, per qualche strana ragione ci si vuole pronunciare sull’attore in modo generale, allora bisogna cercare di capire quale parte è vera e quale sta fingendo, cosa vuole mostrarci e cosa, invece, non vuole.

Oltre ad essere uno dei miei attori moderni preferiti, JP è anche un artista completo in grado di cimentarsi in ruoli diversi, in generi diversi, con diversi registi importanti ottenendo tre nominations agli Oscar e un Golden Globe.

Ho deciso di analizzare la sua carriera selezionando quelli che a mio parere sono i suoi migliori film senza tralasciare la sua travagliata vita.

Da Morire (1995) Gus van Sant

Il fratello di Joaquin è River Phoenix, più grande di lui di 4 anni, River era considerato un predestinato, uno dei 10 attori più promettenti della sua generazione, la stessa di Johnny Depp per intenderci. Oltre ad aver collaborato con Van Sant e con Spielberg era in programma la sua partecipazione al kolossal Titanic, ruolo che andò a Di Caprio dopo la sua tragica morte nel 1993.

Joaquin si allontana da Los Angeles per due anni e al suo ritorno collabora con il regista che aveva lanciato il fratello in questo thriller-drama nel quale spiccano le sue doti drammatiche e il suo sguardo disincantato sul mondo, in un momento così straziante della sua realtà ma non per questo non pieno di infinita vita.