News

RNFF: Assaggi di Festival – La Trasversalità del Lato Oscuro

Ieri, 26 ottobre 2018, la XVI edizione del Ravenna Nightmare Film Festival ha consacrato la sua serata d’apertura con un’esperienza davvero sui generis.

 
– Vita agli arresti di Aung San Suu Kyi di Marco Martinelli, in concorso al RNFF –

Assaggi di Festival, splendidamente accolta da un pubblico quanto mai vivo, ci ha mostrato in poche ore l’intero panorama che questo festival ci permetterà di ammirare. “Assaggi” per l’appunto, perché si è trattato di un vero e proprio percorso itinerante, condito da spiegazioni sulle variegate sezioni cinematografiche e collaborazioni culturali che questo festival ha sapientemente connotato, e da alcuni trailer selezionati dei titoli in concorso e non.

Il tutto poi, è stato meravigliosamente presentato e guidato in una prima fase dall’entusiasta Maria Martinelli, curatrice organizzativa e figura emblematica di questo progetto sempre più in crescita, e successivamente da Maurizio Principato, vero e proprio Cicerone dell’eclettismo del RNFF, che non semplicemente si connota nel genere horror, ma nella ben più complessa e sottile eterogeneità del lato oscuro.

Ed è questo che ci ha stupiti, nella visione di tutte le proposte e di tutti i luoghi semantici in cui questo festival si canalizza: un’abilità della direzione artistica di questo così caratteristico Evento, guidata da Franco Calandrini , nel amplificare la propria gittata ben oltre il genere propriamente inteso, verso il sussurro del “dark side”, come loro stessi lo definiscono, che si annida in infinite sfumature dell’antropologia cinematografica.


– Killing di di Shinya Tsukamotoin concorso al RNFF – 

Che si tratti di Fantastico, di Ingenuo, di Noir, e di tante altre categorie di definizione contenutistica, il Ravenna Nightmare Film Festival, sembrerebbe percepire quella sottile linea, che si muove nel non detto, nel perturbante, nell’inquieto, nell’onirico, ma anche nella solitudine e nelle forme più esplicitate dell’Ombra, dell’incertezza latente, che sempre l’uomo indaga, a volte con speranza di ottenerla, a volte affondandoci.


ELSA GIUSEPPINA SIGNORINO, Assessore alla Cultura, che rimarca la bellezza di una tale connessione interculturale di tutta la popolazione di Ravenna.

Così non possiamo che attenderne il proseguo, che incalza nella proiezione di oggi alle ore 16 de Una Luna chiamata Europa al centrale Palazzo del Cinema e dei Congressi di Largo Firenze 1 a Ravenna, per poi proseguire in una miriade di realtà artistico-culturali, strettamente cinematografiche e non, fino al 4 novembre.

Tra il Concorso Internazionale per Lungometraggi, una sezione di cui fanno parte otto film inediti di autori provenienti da varie parti del mondo, e che riceverà un premio della Giuria, di cui il nostro Direttore Editoriale fa parte; l’ Ottobre Giapponese, con ospite lo scrittore Giancarlo De Cataldo; il Concorso internazionale per cortometraggi e tanti altri eventi non possiamo che essere entusiasti di essere parte di questo progetto, come Media Partner, e come onoratissimi spettatori.

Nightmere film Festival

PER IL PROGRAMMA DEL FESTIVAL, LEGGI ANCHE: Ravenna Nightmare Film Festival – Presentato il programma della XVI edizione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.