News

Kingdom Hearts – Un lungo viaggio tra luce e oscurità – Parte II

Il gioco da cui ha preso vita questa lunghissima e complicatissima saga è Kingdom Hearts, pubblicato nel 2002 dalla Square Enix (già famosa per la saga di Final Fantasy e in particolare per Final Fantasy VII e Final Fantasy X, che ha venduto 20 milioni di copie nel mondo). Per un coinvolgimento emotivo maggiore e una miglior comprensione della trama è indispensabile aver giocato ai sopracitati giochi.

“Tanto tempo fa, tutti gli uomini vivevano in pace nel calore della luce. Tutti amavano la luce. Ma poi, gli uomini, volendo possederla, iniziarono a combattere tra loro. E l’Oscurità nacque nei loro cuori. L’Oscurità si propagò, ingoiò la luce e il cuore della gente. Coprì ogni cosa e il mondo sparì. Ma piccoli frammenti di luce sopravvissero… nei cuori dei bambini. E con questi frammenti, i bambini ricostruirono il mondo perduto… il mondo in cui viviamo. Ma la vera luce riposa ancora all’interno dell’Oscurità. E per questo tutti i mondi sono ancora dispersi… Piccoli frammenti di mondo, lontani e divisi… Ma un giorno, si aprirà una porta nell’Oscurità e la vera luce ritornerà. Quindi ascolta… Se l’Oscurità ti inghiottisse, ci sarà comunque sempre una luce a guidarti. Credi nella luce e l’Oscurità non ti sconfiggerà mai. Il tuo cuore può diventare luce, respingere l’Oscurità e riportare la felicità. Capisci, Kairi?”

Kingdom Hearts

“Così tanto da fare, così poco tempo…” 

Ambientato dieci anni dopo gli avvenimenti di Birth by Sleep torniamo sulle isole del destino dove Terra e Aqua avevano incontrato due bambini, gli stessi che diventeranno i protagonisti di questa nuova avventura. Sora, Riku e Kairi giocano insieme ad altri personaggi minori sulle isole del destino, i tre ragazzi sognano di scappare dall’isola per esplorare nuovi mondi, ma una notte un uomo incappucciato (la cui identità rimarrà un mistero fino a Kingdom Hearts Dream Drop Distance) annuncia a Sora che la porta è stata aperta.  Subito dopo l’isola viene attaccata dagli Heartless, Sora riesce a far apparire un Keyblande per combatterli finché non trova Riku, che si abbandona all’oscurità sparendo dentro di essa. Contemporaneamente il Re Topolino è partito per combattere l’oscurità lasciando una lettera a Paperino e Pippo, i quali partono a loro volta per cercare il Re e il custode del Keyblade. Sora rimasto ormai da solo viene catapultato nella “La citta di mezzo”, mentre cerca i suoi amici incontra Paperino e Pippo che riconoscono il Keyblade e iniziano a seguirlo. I tre partono alla ricerca di Riku, Kairi e Topolino, e dovranno affrontare nel loro viaggio non poche difficoltà. Terra-Xehanort in seguito al salvataggio da parte di Aqua viene ritrovato da Ansem il Saggio il quale lo prende come suo allievo, ma il giovane non ricorda più nulla del suo passato e si fa chiamare solo Xehanort. In seguito ad un incidente Ansem il Saggio fa perdere le sue tracce mentre Terra-Xehanort si scinde in un heartless di nome Ansem e nel suo corrispettivo “Nessuno” Xemnas(quest’ultimo lo rivedremo nei capitoli successevi). Ansem vuole usare i cuori puri delle principesse per aprire la porta del Kingdom Hearts convinto che al suo interno si annidi la pura oscurità e ad aiutarlo troviamo un noto personaggio Disney: Malefica.

Più ti avvicini alla luce, più grande diventa la tua ombra.

Sora, Paperino e Pippo viaggiano di mondo in mondo liberandoli dall’oscurità, finché il loro viaggio non incontra un grosso ostacolo: i tre arrivano alla fortezza oscura (precedentemente chiamato Giardino Radioso) dove incontrano Riku il quale riesce a rubare il Keyblade di Sora poiché era stato scelto lui da Terra come suo successore e Paperino e Pippo sono costretti ad abbandonare il loro nuovo amico. Sora ormai solo in un mondo che pullula di Heartless, incontra La Bestia, sì proprio le La Bestia di “La bella e la bestia”, che è li per salvare Bella; i due partono all’inseguimento di Riku che cerca di uccidere Sora,poi  salvato da Pippo. Il trio si riunisce e mentre inseguono Riku trovano Kairi svenuta, poiché il suo cuore dopo essere stato usato per aprire Kingdom Hearts si è rifugiato in quello di Sora. Riku rivela di avere tra le sue mani un Keyblade in grado di separare il cuore dal corpo, così Sora, dopo aver sconfitto Riku, decide di usare il suo Keyblade per liberare il cuore di Kairi. Sora riesce nel suo intento ma paga a caro prezzo il suo gesto: Kairi si risveglia mentre il giovane ragazzo si trasforma in un Heartless.

– Ora, essendo Sora diventato un Heartless ha dato vita anche al suo Nessuno cioè Roxas mentre Kairi, essendo una principessa dal cuore puro, dà vita solo al suo Nessuno cioè Namine; questi personaggi li incontreremo nei prossimi capitoli – 

Sora Heartless viene salvato da Kairi, che riesce a farlo tornare nella sua forma umana (non è ben spiegato come lei riesca a farlo), Ansem nel frattempo ha preso possesso del corpo di Riku e si dirige ai confini del mondo, un luogo in cui convergono tutti i mondi consumati dall’oscurità degli Heartless. Il nostro giovane eroe, tornato in possesso del suo corpo, si lancia all’inseguimento di Ansem che è alla ricerca del Kingdom Hearts, i due si scontrano e dopo il loro scontro Ansem evoca la porta tanto attesa, che rivela il suo essere ricolma di luce che distrugge Ansem. Dal suo interno però esce anche dell’oscurità così Sora chiude la porta grazie al sacrifico di Riku e Topolino, che rimangono intrappolati nell’oscurità. Le isole del destino iniziano a ricostruirsi, Kairi e Sora sono costretti a separarsi, ma Sora promette di tornare e chiede a Kairi di aspettarlo. Così si conclude il primo vero capitolo di questa lunga saga. Dopo i titoli di coda però c’è una scena che si ricollega a uno dei capitoli successivi: Sora, Paperino e Pippo incontrano Pluto con una lettera del Re,lo inseguono fino a che non si ritrovano al Castello dell’Oblio.

“Oh, figli delle tenebre senza cuore, nati da esso e da esso rinnegati! Divorate tutti i mondi e create il Regno Infinito! Raccogliete tutti i cuori per un solo enorme cuore! Tutti i cuori in uno solo. Un solo cuore per tutto. Il cuore del nuovo regno, Kingdom Hearts! La quintessenza del cuore, dimora delle tenebre. O progenie delle tenebre, tornate verso l’eterna Oscurità! Le tenebre del cuore vi indicheranno la via. Sette cuori puri, una serratura, una chiave. La porta dell’Oscurità unita da 2 chiavi. La porta per l’Oscurità che annienterà la luce. Solo le tenebre passeranno ed esse all’Oscurità torneranno.”

Kingdom Hearts: Birth By Sleep 0.2

“Non c’è nessun “tempo” nel reame dell’oscurità. Continuo a camminare… senza sosta. Ogni passo che faccio corrisponde a un giorno o un anno nel reame della luce?”

Contemporaneamente agli avvenimenti di Kingdom Hearts, Aqua vaga nelà reame dell’oscurità ormai da non sa nemmeno quanto tempo poiché il tempo è fermo in quel mondo. Topolino, a sua volta nel reame dell’oscurità per cercare un Keyblade, incontra la giovane ragazza ei due viaggiano insieme alla ricerca di un modo per uscire dal quell’oscuro luogo. Poiché in Kingdom Hearts le isole del destino sprofondano nell’oscurità, Topolino e Aqua durante il loro viaggio vengono attaccati da un’orda di Heartless e, dopo una estenuante battaglia che li vede trionfare, Topolino trova ciò che stava cercando (la Catena Regale D.) e successivamente un’abbagliante luce li porta al cospetto della porta di Kingdom Hearts da chiudere. Topolino si dirige verso Riku ma vengono bloccati di nuovo dagli Heartless, così Aqua li incatena per permettere a Topolino di scappare ma i mostri d’oscurità si liberano e riescono a portare Aqua di nuovo sulle isole del destino. Topolino richiude la porta insieme a Sora e, come ben sappiamo, tutti i mondi tornano al loro posto, compreso le isole del destino, dunque Aqua sprofonda nuovamente nell’oscurità e così si conclude anche questo capitolo.

Subito dopo i titoli abbiamo un finale “segreto” che si ricollega alla fine di Dream Drop Distance e precede l’inizio del tanto atteso Kingdom hearts III. Topolino finisce di raccontare la storia di Aqua a Riku, Kairi (ormai grandi e visibilmente cresciuti rispetto a Kingdom Hearts 1) e il maestro Yen Sid, Riku decide di aiutare Topolino a riportare Aqua dall’oscurità mentre Kairi avrà un incarico tutto per lei. Subito dopo vediamo il ritorno di Sora, Paperino e Pippo che entrano nella stanza del maestro Yen Sid che affida loro un nuovo incarico.

Kingdom Hearts: Chain of Memory

Storia di Sora

“in questo posto trovare è perdere e perdere è trovare”

Il trio composto da Sora, Paperino e Pippo si imbatte nel castello dell’oblio che ha la particolarità di far perdere a chi si addentra ogni ricordo (il castello dell’oblio in realtà è ciò che rimane della Terra di partenza dove Ventus, Terra e Aqua hanno appreso la via del Keyblade, divenuto Castello dell’Oblio grazie ad Acqua che per proteggere il corpo di Ventus, in seguito alla perdita del suo cuore, lo ha nascosto li). Il trio entra nel castello e al suo interno trova vari membri facenti parti di un’“organizzazione” (successivamente chiamata Organizzazione XIII). Sora perde i suoi ricordi su Kairi e al suo posto vengono inseriti dei ricordi finti su una ragazza di nome Naminè ( il nessuno di Kairi creatosi in Kingdom Hearts). Durante lo scontro con uno dei membri dell’organizzazione, Sora scopre che Naminè è intrappolata nel castello e per i finti ricordi su questa ragazza decide di salvarla. Proseguendo la scalata del castello Sora incontra fugacemente Riku , Sora incomincia a ricordare di una città in cui non è mai stato (Crepuscopoli Città di inizio di Kindgom Hearts 2) e  Vexen, uno dei membri dell’organizzazione, cerca di spiegare a Sora cosa sono questi ricordi, ma viene ucciso da Axel, anch’esso membro dell’organizzazione alla ricerca di un traditore all’interno dell’organizzazione stessa. Poco dopo scopriamo l’identità di un altro membro che fino ad ora abbiamo sempre visto incappucciato: Marluxia, capo di tutti i membri inviati al castello e mandante dell’uccisione di Vexen. Proseguendo incontriamo nuovamente Riku e scopriamo che in realtà è un pupazzo, creato da Vexen, riempito da dei ricordi da Naminé. Axel contemporaneamente libera la ragazza in grado di manipolare i ricordi e prima che quest’ultima riesca a scusarsi con Sora per ciò che gli ha fatto viene interrotta da Larxene. Sora la sconfigge e scopre che Naminé ha modificato i suoi ricordi sotto l’ordine di Marluxia. Sora sconfigge Marluxia e Namine decide di ripristinare i suoi ricordi ma per farlo ci vorrà un anno e perderanno i ricordi riguardanti il castello, Sora accetta e promette alla ragazza che al suo risveglio si rivedranno. Sora, Paperino e Pippo si addormentano.

Storia di Riku

Dopo aver aiutato Topolino a chiudere la porta del Kingdom Hearts, Riku si ritrova nei sotterranei del castello dell’oblio, dove viene svegliato dalla voce di Ansem che aleggia nella sua mente. Varcata la porta del castello dell’oblio Riku incontra in carne ed ossa Ansem e dopo uno scontro che vede vincitore Riku, grazie all’aiuto di Topolino che ha inviato una luce a cercarlo, Ansem sparisce, ma non prima di lasciare un pizzico di oscurità in Riku. Successivamente vediamo tre membri dell’Organizzazione: Vexen, Lexaeus e Zexion. Il primo combatte con Riku per creare la sua copia, che Riku stesso sconfiggerà poco dopo. Durante lo scontro con Lexseus, Ansem prende possesso del corpo di Riku, che verrà salvato nuovamente da Topolino. Zexion, venuto a sapere da Axel dell’imminente sconfitta di Marluxia da parte di Sora, decide di uccidere Riku annegandolo nella luce ma questa volta il ragazzo viene salvato da Naminè che lo aiuta a non temere la luce. Finalmente Riku incontra fisicamente Topolino e insieme incontrano un uomo misterioso ricoperto di bende rosse di nome Diz. Quest’ultimo ordina a Riku di trovare Naminé, perché lei deve sottoporlo ad una scelta. Prima che Riku possa incontrare la ragazza si scontra un’ultima volta con la sua copia che, sconfitta definitivamente, si rende conto di essere solo un burattino nelle mani di qualcun altro e che il suo cuore non esiste. Il nostro giovane ragazzo incontra finalmente anche Naminé che propone anche a Riku di dimenticare tutto e di sigillare Ansem al suo interno. Riku rifiuta e decide di combattere contro Ansem, Diz consegna a Riku e Topolino l’impermeabile dell’organizzazione che è in grado di nascondere l’oscurità dentro di loro. Riku sconfigge Ansem che promette di tornare. Successivamente Topolino e Riku escono dal castello e sul loro cammino incontrano nuovamente Diz che chiede al giovane ragazzo di scegliere una via tra: “la via della luce” o “la via dell’oscurità” ma Riku sceglie una terza via: “la via dell’alba”.

La tua oscurità appartiene a te. Così come la tua luce. Finora ho creduto che l’oscurità fosse qualcosa che non dovesse esistere. Ma il tempo passato con te mi ha fatto cambiare idea. Hai scelto una strada… che ignoravo. Luce e buio, fianco a fianco. Con te, penso potrebbero incontrarsi in un modo mai visto prima.

 Così si conclude anche questo capitolo che spiega ciò che succede tra Kingdom Hearts e Kingdom Hearts II

Leggi anche:Kingdom Hears: Un lungo viaggio tra luce e oscurità -Parte1

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.