News

Disney – Un 2019 tra nuove sfide e vecchie certezze

disney

Il 2019 si prospetta una grande annata per la Disney. Dopo aver chiuso il 2018 conquistando il primato di aver prodotto i due film più remunerativi dell’anno (Avengers: Infinity War e Black Panther), il colosso dell’intrattenimento è pronto a sbancare nuovamente i botteghini grazie ad altre attesissime pellicole. E non si fermerà a questo.  La casa di Topolino ha infatti in serbo per il prossimo settembre il lancio di un servizio di video streaming on demand. La nuova piattaforma, che si chiamerà Disney+, distribuirà pellicole e serie televisive prodotte dalla Disney e da alcuni degli Studio ad essa associati, quali Walt Disney Pictures, Walt Disney Animation Studios, Pixar, Marvel Studios e Lucasfilm.

Fra i contenuti che saranno resi disponibili su Disney+, ce ne saranno alcuni che renderanno senza dubbio felici i fan dei cinecomic Marvel.

Sono infatti in fase di pre-produzione tre serie TV inedite incentrate sulle avventure di Loki, di Scarlet Witch e su Falcon in compagnia del Soldato d’Inverno. Protagonisti degli show, dovrebbero essere proprio Tom Hiddleston, Elizabeth Olsen, Anthony Mackie e Sebastian Stan che hanno già vestito i panni dei personaggi creati dalla mente geniale di Stan Lee per il grande schermo.

Felici di sicuro saranno anche i fan della saga di Star Wars. Lo scorso novembre è stata annunciata l’intenzione di produrre una serie spin-off di Rogue One sui fatti che hanno preceduto la pellicola di Gareth Edwards. Stando ai primi rumor, la trama dovrebbe ruotare attorno alle gesta del capitano ribelle Cassian Andro, interpretato nuovamente dall’attore Diego Luna. Oltre ai progetti citati, diversi film per la famiglia, fantasy, commedie e documentari completeranno il catalogo della piattaforma, offrendo così intrattenimento per tutti gli utenti di tutte le età.

La mossa che la Disney sta mettendo a punto attraverso la creazione del servizio, è la prova che il colosso americano ha intenzione di rimanere al passo con i tempi e di adeguarsi alle esigenze di mercato. Ma se sotto questo punto di vista dimostra (come ha sempre fatto) di non aver paura delle novità, sotto il punto di vista dell’offerta cinematografica si ha quasi l’impressione che la Disney proceda con “il freno a mano tirato”.

Come già anticipato, nel corso dell’anno verranno distribuiti numerosi film che porteranno nelle casse della casa di produzione altre cifre da capogiro. Dando però un’occhiata alla lista delle pellicole in uscita, un dato salto subito all’occhio.

La maggior parte dei titoli di punta è in realtà un sequel o un remake.

Nel corso del 2019 arriveranno Toy Story 4, Frozen 2, Captain Marvel, Avengers: Endgame e Star Wars: Episodio IX. Ogni pellicola citata fa parte di una saga di successo e ripropone personaggi che hanno già un vasto seguito e che quindi assicureranno una presenza massiccia di pubblico nelle sale. Fra questi, l’unico film che apporterà qualche novità rilevante sarà Captain Marvel, grazie al quale verrà introdotta nell’UCM una nuova supereroina interpretata da Brie Larson.

Per quando riguarda i remake, quest’anno avremo l’opportunità di rivedere alcuni dei classici Disney più amati sotto forma di live action. Nei prossimi mesi sarà distribuito il Dumbo dall’inconfondibile stile Burtoniano, l’Aladdin di Guy Ritchie che vedrà Will Smith vestire nei panni del Genio e Il Re Leone di Jon Favreau il cui trailer ha già stracciato ogni record di visualizzazioni.

Poche le uscite totalmente inedite.

Fra queste segnaliamo Artemis Fowl, nuovo lavoro di Kenneth Branagh tratto dall’omonima serie di romanzi firmata dallo scrittore irlandese Eoin Colfer.  La pellicola, un fantasy che dovrebbe quindi dar vita ad una saga, arriverà nelle sale americane ad agosto, mentre in Italia è attesa per settembre.

La Disney sembra quindi aver deciso di seguire una linea sicura affidandosi alle sue vecchie certezze. Ma quale sarà il motivo di una scelta così poco audace? Ad una prima (e superficiale) analisi si ha quasi l’impressione che il problema possa essere un esaurimento di idee originali. Che la creatività all’interno del fantastico mondo creato da Walt Disney negli anni 20 del secolo scorso non sia poi così illimitata? Che autori e sceneggiatori ormai non abbiano più grandi fonti di ispirazione? Certo, dopo aver dato vita per quasi un secolo a storie e personaggi apprezzati da pubblico e critica, un momentaneo blocco fisiologico della creatività potrebbe anche essere arrivato.  Del resto anche il 2018 ha visto l’arrivo nelle sale di ben poche idee inedite.

Questo trend verrebbe confermato anche dall’annuncio per i prossimi anni dell’uscita di numerosi altri sequel e remake in live action.

Un’altra opzione potrebbe essere legata proprio alla mole di nuovi progetti in cantiere. Negli ultimi anni la Disney ha inglobato studi di produzione e acquisito network. Ha pianificato l’ampliamento dei suoi parchi tematici e preparato il lancio della piattaforma streaming Disney+.  Un’azienda che dalla sua nascita è sempre in continua espansione, quindi, potrebbe aver deciso di evitare di correre rischi almeno nelle sale cinematografiche.

Quel che si può certamente pronosticare è che il 2019 sarà un altro anno di grande importanza. La Disney è sempre stata capace di rinnovarsi in tutti i suoi aspetti, anche nei momenti più difficili. Comunque vadano le cose, si prevedono nuovi traguardi e ulteriori conquiste. Sempre nel segno e nello spirito del suo fondatore Walt Disney.

 

Leggi anche: I 10 film più attesi in uscita nel 2019

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.