News

Logan – Hurt, Johnny Cash e la Forma del Dolore

I hurt myself today
To see if I still feel
I Focused on the Pain
The Only Thing that’s real

Ogni volta che Wolverine sfodera gli artigli prova un indescrivibile dolore. Tutte le sue ferite si rimarginano, ma resta vivo e angosciante il ricordo della sofferenza. La vita di Logan è stata, dall’inizio alla fine, accompagnata dal tormento. Sangue e morte lo hanno seguito ovunque, fedeli compagni di un’esistenza votata alla ricerca della redenzione. Una redenzione non destinata a compiersi, una pena destinata ad essere eterna; poiché eterno, o quasi, è condannato ad essere il cammino di Logan, maledetto dai suoi poteri che gli hanno permesso di vivere per centinaia di anni, invecchiando comunque lentamente e inesorabilmente.

Johnny Cash, noto musicista americano, sembra essere il bardo di Wolverine, il cantore delle sue gesta. Mi sono concentrato sul dolore, l’unica cosa che è reale. Logan ha sempre esperito tutte le forme di dolore: non solo mentale o emotivo, ma anche fisico e viscerale. Tuttavia, l’angoscia lo ha sempre reso consapevole di una verità: era ancora vivo. Doveva andare avanti, nonostante le perdite, nonostante i rimpianti, armato solo della sua rassegnazione.

The needle tears a hole
The old familiar sting
Try to kill it all away
But I remember everything

Nella sua lunga e miserabile esistenza, ad un tratto, Logan perde la memoria. In quei ricordi c’era una donna, e tutto quello che gli è rimasto sono frammenti di dolore e abbandono. Le corde del suo animo risuonano gravi, cupe, un’eco lontana di un disperato bisogno di ricordare. Vi è una profonda malinconia, quel sentimento che appartiene a chi sa di aver perduto qualcosa di inestimabile, ma non riesce a capire cosa. E lo strazio è alimentato dal suo urlo primordiale e lacerante, che squarcerebbe qualsiasi animo.

Non c’è verso di allontanare questa sofferenza, né l’alcol può stordirlo, né i suoi nemici possono ucciderlo. Ma lui ha ucciso, più volte di quante voglia ricordarne, e le sue vittime, innocenti o meno, lo tormentano ogni notte nei suoi incubi. Non c’è rimedio, a torto o a ragione, rimane sempre un marchio. Logan non conosce la pace, la sua anima non conosce la quiete.

Avete mai avuto un incubo ricorrente? Certa gente sogna di precipitare con l’aereo, di annegare o di essere sepolta viva. Indipendentemente dal sogno… ci si sveglia sempre prima di morire.
Provate a immaginare quello stesso incubo… ma fatelo da svegli. Quell’incubo è la mia vita. Cento volte tanto.

  • Wolverine

What have I become
My sweetest friend
Everyones I Know
Goes away In The End

And you could have it all
My empire of  Dirt
I Will Let You Down
I Will Make You Hurt

Logan ha sempre detestato ciò che il mondo lo ha costretto ad essere, una bestia, un’arma, che crede solo nell’odio e nella rabbia. È il migliore in quello che fa, ma quello che fa non è piacevole.

Alla fine di tutte le schermaglie, resta con un’innegabile verità: uccidere un essere vivente, qualunque essere vivente, è una cosa spiacevole. Quando due belve si affrontano, vari fattori determinano chi se ne andrà e chi rimarrà steso al suolo. Un assassino deve avere il forte desiderio di uccidere l’avversario. E questo ce l’ha di sicuro. Ma non basta la sete di sangue per vincere. Ci vuole qualcosa che la creatura non ha. Ed è una cieca sete di vita. Una volontà di sopravvivere così forte che ti aiuta a togliere una vita per tenerti la tua. I killer che vivono per combattere non sono quelli che venerano la morte, ma quelli che amano la vita.

In un modo o nell’altro, ha perso tutti quelli che ha amato, e non ha mai smesso di provare un abissale senso di colpa. Persone più meritevoli di lui sono morte e non si è mai perdonato per questo. Tutto quello che gli rimane è una desolazione di polvere e sporco, in cui ha perso ogni speranza di redenzione, ogni voglia di agire, tutta la voglia di continuare a vivere.
Non pensa più di poter fare del bene, ha deluso tutti e ha fatto del male; non sa fare altro se non ferire.
Poteva essere un cavaliere nelle valle solitaria, ha cercato di fare del suo meglio, e ha fatto solo del suo peggio. Si è costruito una vita, solo per vederla bruciare.

I wear this crown of thorns
Upon My Liar’s Chair
Full Of Broken Thoughts
I can not repair

Beneath the stains of time
The feeling disappear
You are someone else
I am still right here

If I could start again
A million miles away
I would keep myself
I will find a way

Wolverine è stato smembrato, lacerato e colpito innumerevoli volte, ma è sempre riuscito a guarire. Tuttavia, non gli è mai riuscito di riparare le ferite dei suoi rimpianti, del tempo perduto e del tempo che non ha mai vissuto.
Solitario viandante di strade desolate, Logan vaga in eterno, rassegnato, sperando di trovare una versione migliore di sé stesso. Ha visto dei suoi vecchi amici, ormai andati, riuscire a cambiare, e avrebbero avuto una possibilità, se fossero ancora vivi; lui è rimasto quello di sempre, senza una via d’uscita. Un tempo rimaneva in piedi, ora è con le spalle al muro. Un vecchio uomo stanco che cerca solo un luogo e un momento in cui sentirsi al sicuro, distante dalla violenza del suo mondo. Prima era un predatore, ora la preda.

Forse, un giorno, arriverà qualcuno, oppure qualcuno è già arrivato. Una bambina, lontana mille miglia, alla fine del viaggio gli mostrerà la strada. Ha aspettato tutta una vita, lunga e angosciante, per tenere in mano la sua occasione. Laura, sua figlia, ha l’opportunità di vivere quello che Logan non ha mai vissuto. Non è molto, ma è la punta di dolcezza al termine di un’esistenza di rimorsi.
Quello di Logan è stato un cammino nel tormento lungo quasi duecento anni, che solo alla fine ha visto la luce. Perché alle volte è così: un’attesa estenuante di un qualcosa che verrà, per piccola che possa essere.

Lo sai, Logan… Questa è la vita: una casa, persone che si amano, un posto sicuro, dovresti prenderti un momento e assaporarlo. Tu hai ancora tempo.

  • Charles Xavier

 

Leggi anche: Guardiani della Galassia – Il Trauma dei Perdenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.