News

7 Notizie per Iniziare al Meglio il Week-End

Game of Thrones

Lo sentite anche voi? Riuscite a percepire questo clima di libertà e spensieratezza? Il week-end è finalmente arrivato e davanti a noi ci sono due giorni di meritato riposo dopo un’intera settimana scandita dal solito tran tran. Per aiutarvi ad entrare nel mood adatto ad affrontare il fine settimana, vi proponiamo una carrellata di interessanti notizie sul mondo del cinema. Mettetevi comodi e godetevi questa scorpacciata di trailer, scoop e news.

 

Dumbo: rilasciato un nuovo trailer in italiano

Quello che vi mostriamo oggi è il nuovo trailer in italiano di Dumbo, il remake in live-action del classico Disney del 1941. Potete vederlo di seguito, con tutto il suo carico di tenera malinconia:

 

Il film racconta la storia di un elefantino dalle orecchie sproporzionate nato nel circo di Max Medici (Denny DeVito). Ad occuparsi di lui ci sono Holt (Colin Farrel) e i suoi figli Milly e Joe (gli esordienti Nico Parker e Finley Hobbins). Quando i due ragazzini si accorgono che con le sue grandi orecchie Dumbo può volare, da bersaglio di scherni l’elefantino si trasforma in una vera e propria star. La sua crescente fama attira anche l’attenzione di V.A. Vandevere (Michael Keaton), imprenditore a capo del circo Dreamland che vuole l’animale nel suo spettacolo. Ben presto però Holt e i suoi figli si accorgono che il circo di Vandevere non è propriamente un luogo da sogno, ma nasconde dei terribili segreti.

 

Woody Allen fa causa ad Amazon Studios dopo la cancellazione del suo ultimo film

Nuovo capitolo del caso Woody Allen. Dopo che Amazon Studios ha rimandato a data da destinarsi l’uscita del suo ultimo film A Rainy Day in New York, il regista newyorchese ha deciso di trascinare la casa di distribuzione cinematografica in tribunale.

Secondo Allen, Amazon Studios è colpevole di non aver rispettato l’accordo che avevano stipulato. Le due parti avevano infatti pattuito la distribuzione della miniserie Crisisi in Six Scenes e di altre quattro pellicole, ma dopo Cafè Sociey e La Ruota delle Meraviglie, Amazon ha deciso di interrompere senza un motivo la loro collaborazione.

In realtà un motivo c’è. E come. Dopo l’articolo di Ronan Farrow in cui sono state riportate alla luce le accuse di molestie sessuali rivolte a Woody Allen nel 1992, Amazon Studios ha preferito sospendere la collaborazione. Dal canto suo Allen però sostiene che la casa di distribuzione era a conoscenza delle accuse ben prima di firmare l’accordo e che quindi l’interruzione del contratto sia illegale.

Come andrà a finire? A questo punto la parola spetta ai giudici.

 

David Benioff e D.B. Weiss dicono la loro sulla battaglia finale di Game of Thrones

Game of Thrones sta per giungere alle battute finali. Fra circa tre mesi arriveranno sul piccolo schermo gli ultimi sei episodi della serie fantasy tratta dai romanzi della saga firmata da George R. R. Martin. E mentre l’attesa si fa sempre più febbrile, cominciano a circolare i primi commenti a proposito dell’epilogo dello show.

Dopo che Gwendoline Christie (interprete di Brienne di Tarth) ha rivelato che il finale sarà così sconvolgente da costringere gli spettatori ad andare in terapia, anche i creatori di Game of Thrones David Benioff e D.B. Weiss hanno detto la loro. I due sceneggiatori si sono soffermati in particolare sullo scontro finale, confessando che la Battaglia dei Bastardi della sesta stagione non sarà nulla in confronto al conflitto che vedremo nel nuovo ciclo di episodi e che girarlo è stato talmente impegnativo da richiedere più dei 55 giorni preventivati.

Nella battaglia vedremo i protagonisti dello show fronteggiare il Re della Notte e il suo esercito di non morti. Secondo Benioff e Weiss però, non sarà questo l’unico momento shoccante della stagione.

Cosa dovremo aspettarci dunque da queste puntate conclusive? La serie tornerà ai livelli altissimi a cui ci aveva abituato in passato prima della mediocre settima stagione? Lo scopriremo solo il prossimo 14 aprile.

Avatar: primi dettagli sui tre sequel della saga

Abbiamo aspettato dieci anni, ma a quanto pare siamo sempre più vicini all’arrivo nelle sale dei tre sequel del film Avatar. Il primo dovrebbe essere distribuito nel 2020, ma nell’attesa oggi vi sveliamo alcuni piccoli dettagli che ci sono giunti direttamente dal regista James Cameron e dal produttore Jon Landau.

Cameron si è soffermato in particolare sui titoli che le pellicole avranno. Alcuni mesi fa la BBC News aveva rivelato che prossimi film della saga si chiameranno Avatar: The Way of Water, Avatar: The Seed Bearer, Avatar: The Tulkun Rider e Avatar: The Quest for Eywa. A tal proposito il cineasta ha dichiarato che queste sono solo alcune possibilità in ballo e che la decisione definitiva sarà presa in accordo con la Disney.

Jon Landau ci ha invece fornito aggiornamenti sull’attuale stato dei lavori. Il produttore ha dichiarato che tutte le sceneggiature sono state ultimante per permettere ai membri del cast di capire al meglio l’evoluzione dei personaggi nel corso dei vari film. Per quanto riguarda la fase principale delle riprese in performance capture, ha affermato che quelle del primo e del secondo capitolo sono state completate, mentre quelle del quarto capitolo sono a buon punto. In primavera partiranno invece le riprese in live action in Nuova Zelanda.

Landau ha rivelato anche che tutte le pellicole saranno ambientati sul pianeta Pandora, ma che ognuno sarà un film a sé indipendente dagli altri.

Sul cast sono state spese ottime parole, in particolare sulla new entry Kate Winslet che in questi giorni è alle prese con le prove per alcune scene sott’acqua. Pare che per evitare l’utilizzo di bombole, l’attrice si stia allenando a trattenere il fiato per diversi minuti e a camminare speditamente sul fondo di una vasca. Coraggiosa, oltre che talentuosa

L’appuntamento al cinema con i tre sequel di Avatar è fissato per il 18 dicembre 2020, il 17 dicembre 2021, il 20 dicembre 2024 e il 19 dicembre 2025. Non vediamo l’ora.

 

Extremely Wicked, Shockingly Evil and Vile con Zac Efron potrebbe essere distribuito da Netfix

L’apparenza inganna. Ce lo dimostra molto bene Zac Efron, che con il suo bel faccino da bravo ragazzo ha vestito i panni di un serial killer in Extremely Wicked, Shockingly Evil and Vile.

Al centro di Extremely Wicked, Shockingly Evil and Vile c’è la vera storia di Ted Bundy, spietato assassino autore di oltre trenta omicidi che riusciva ad attirare le sue vittime grazie al suo aspetto cordiale e affascinante.

Dopo essere stata presentata all’ultimo Sundance Film Festival, la pellicola potrebbe presto essere distribuita da Netflix. Secondo quanto riportato dall’Hollywood Reporter, la piattaforma streaming è infatti al momento in fase di trattative per l’acquisto dei diritti che valgono circa 9 milioni di dollari.

Non si sa quando il film sarà reso disponibile. È però altamente possibile che prima di approdare in formato streaming, Netflix distribuisca Extremely Wicked, Shockingly Evil and Vile al cinema. Se nel frattempo però volete cercare approfondimenti sulla figura del brutale serial killer, potete guardare il documentario Conversazione con un Killer: il Caso Bundy diffuso proprio dalla piattaforma lo scorso gennaio.

Il Nome della Rosa: ecco il trailer della serie tratta dal romanzo di Umberto Eco

 

Una nuova trasposizione del capolavoro di Umberto Eco Il Nome della Rosa sta per arrivare sui piccoli schermi. Dopo il film del 1986 con protagonista Sean Connery, l’appassionante storia narrata nel romanzo vincitore del Premio Strega nel 1981 rivivrà in una miniserie per la televisione. Questa volta a vestire il saio di Guglielmo da Baskerville sarà John Turturro, mentre il ruolo del novizio Adso da Melk spetterà a Damian Hardung. Con loro ci saranno anche Rupert Everett, Michael Emerson, Sebastian Koch, James Cosmo, Richard Sammel e Fabrizio Bentivoglio.

La serie televisiva, una coproduzione italo-tedesca realizzata da Rai Fiction, Palomar e Tele München Group, sarà trasmessa su Rai Uno a partire dall’11 marzo. Vi mostriamo oggi il trailer televisivo andato in onda nel corso del Festival di Sanremo:

I Simpson: ordinate altre due stagioni

La Fox ha appena ordinato le stagioni numero 31 e numero 32 de I Simpson.  La notizia è stata data pochi giorni fa nel corso del TCA Winter Press Tour direttamente dall’emittente statunitense che al momento sta trasmettendo la trentesima stagione dello show.

La serie animata ideata da Matt Groening nel 1989 riuscirà quindi a sforare il tetto dei 700 episodi aggiungendo così un nuovo record ai tanti già conquistati.

Buone notizie anche per i fan di altre due serie animate cult. Oltre a I Simpson, anche I Griffin e Bob’s Burger sono state ufficialmente rinnovate.

 

 

Se hai trovato questo articolo interessante leggi anche: Silenzio in sala: I migliori film in uscita a Febbraio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.