News

Shazam! – Il ragazzino innocente che diventò un supereroe

Dopo il super discusso Justice League, Warner Bros. non si è persa in fronzoli, correndo ai ripari per non incedere nel totale disprezzo di quel pozzo senza fondo che è la rovina di un franchise. Partendo prima con Wonder Woman nel 2017, poi con il recente Aquaman, DC e Warner Bros. hanno ripreso terreno verso toni meno cupi e verso l’agognato successo, sbarcando nel 2019 con una storia tanto originale quanto fedele a tutte le controparti fumettistiche cinematografiche. Così Shazam! rinnova maggiormente il franchise del DCEU.

LA ROCCIA DELL’ETERNITÀ

La storia di Billy Batson, il protagonista, ripercorre la tragica sfortuna di un bambino rimasto orfano sin dalla tenera età. Ritrovatosi all’interno di una casa famiglia insieme ad altri cinque bambini, Billy si dimostra un vulcano attivo di emozioni fanciullesche e disinteresse verso le due persone che lo hanno preso in custodia per crescerlo e dargli una casa che ha sempre sognato.
Ciò che Billy non sa è che ben presto si ritroverà al cospetto dell’ultimo mago Shazam dell’ordine dei maghi, custode della Roccia dell’Eternità. Un anziano signore dai poteri immensi, da cui le sorti per mantenere equilibrio e pace nel mondo dipenderanno tutte da Billy. Infatti, gli basterà pronunciare una sola parola per far sì che tutto il potere di sei divinità greche entrino nel suo corpo e diventi un supereroe.

D’altronde come tutti i supereroi chiamati per fare il loro dovere, Shazam si ritroverà ad affrontare la minaccia del folle Dottor Sivana, uno scienziato pazzo che ha ricevuto forza e poteri dai sette peccati capitali, pronto ad inginocchiare il mondo ai suoi piedi e all’ordine del caos. Il tempo a disposizione per Billy e il suo alter ego sarà sempre meno.

IL RAGAZZINO RIBELLE

Billy Batson è un quattordicenne ribelle, alto, magro e belloccio, la cui vita grava attorno alla continua ricerca dei suoi veri genitori, persi durante una giornata al luna park, e mai più ritrovati. A spalleggiarlo ci sarà l’onnipresenza di un ragazzino della sua età, Freddy Freeman, un amico, un compagno di avventure e, molto presto, il custode del segreto dietro cui si celano le fattezze di Shazam.

Billy ricerca la verità, vuole scoprire cosa si nasconde dietro un angolo angusto; nella sua più totale innocenza da ragazzino e nel nome di una ribellione motivata dal buon animo, Billy difende il più debole contro il classico bullo di strada. Ma la sua difesa non è dettata dall’eroismo che descrive la sua figura.  Freddy, una figura fraterna al nostro protagonista, è la prova di maturità verso quel protagonista, vulcano dentro e taciturno fuori, il quale risulta essere tutto quello che la città di Philadelphia ha bisogno.

Soprattutto, tutto quello che la magia del mago Shazam necessita per chiamarlo al suo cospetto e passargli il testimone. La piena prova superata arriva esattamente davanti all’anziano mago: prima una piccola spiegazione sul suo compito, poi alcune gag sull’esistenza della magia, e infine il passaggio dei poteri. Una sola parola e le fragilità di Billy si trasformano in competenze sovrumane del suo alter ego. Un uomo adulto dai pieni poteri derivanti dalle sei divinità greche: Salomone, Ercole, Atlante, Zeus, Achille e Mercurio.
In Shazam c’è sempre quel carattere che risiede in ognuno di noi: la fanciullezza di un ragazzino e la disinvoltura di un adolescente che non vuole mai crescere.

LA PROVA DI (IM)MATURITÀ

Restare fedeli a quello spirito fanciullesco è il cuore della pellicola diretta da David F. Sandberg.
Di restare tale e quale al Billy Batson di quattordici anni: volare come Peter Pan nella sua omonima fiaba, restare sempre bambini ed essere liberi sull’isola che non c’è, ma con la piena convinzione dell’uomo, del supereroe.

Billy dovrà anche scoprire cosa lo accomuna, da ragazzino dai poteri magici, alle altre persone “speciali”, a supereroi noti nel suo mondo come Superman o Aquaman. La ricerca sarà ancora una volta il pretesto, un gioco da ragazzi per scoprire un mondo nuovo. Un mondo dove la sua fama può essere venduta ad un prezzo speciale di qualche dollaro, per poi spendere – come solo un vero bambino saprebbe fare – tutto in caramelle e bevande gassate.

Tuttavia, il dovere lo chiamerà per combattere la minaccia che il mago Shazam ha tentato più volte di contenere. I sette peccati capitali sono le prove di un mondo sempre alla deriva, cieco davanti alla bellezza del creato, e distruttore di se stesso per mano di maghi e umani in continuo sfruttamento delle risorse di cui necessitano.

Sette peccati. Ognuno con la brama di dare potere all’occhio dell’Invidia. Una gemma che conferisce stregoneria a colui che sa padroneggiarla, per poi piegare il mondo davanti al loro cospetto: sarà il dottor Sivana il prescelto. Uno scienziato pazzo, dove nel suo passato risiede il ricordo del rifiuto del mago Shazam di conferire in lui i pieni poteri come nuovo mago della Roccia dell’Eternità.

IL RISCATTO DEL MALE

I sette peccati, rinchiusi dentro corpi di pietra, trovano in Sivana la vera giustizia contro quel misfatto. La loro possibilità di riscatto e di conquista del mondo diventa l’opportunità di ritornare a governare il pianeta. Attraverso il caos e la paura, e attraverso l’unica pedina in grado di cedere al vizio dei peccati e del potere dell’occhio. Un potere effimero da un lato, ma il giusto biglietto da visita per la conquista della gloria, così da dare un senso allo studio di una magia ignota al mondo dell’essere umano. Uno studio che solo l’assiduo scienziato può portare a compimento.

Il confronto tra il supereroe e l’antagonista diventa via via inevitabile. La scia di paura e conquista colpisce tutti gli abitanti di Philadelphia, pressapoco il senso del dovere da parte di Shazam verso quella gente e verso l’uomo anziano che gli ha donato i poteri. È proprio nello scontro finale che nasce realmente l’eroe. I suoi veri poteri si manifestano, la sua fanciullezza – seppur nascosta sotto quella calzamaglia rossa dal mantello bianco – prende atto del suo vero onore, e soltanto la forza donata dalle sei divinità mettono fine all’egemonia creata da Sivana e dai sette peccati capitali.

La vittoria e la fama portano un distinto successo dentro non solo il cuore di Billy, ma anche quello dei suoi fratelli di casa, alla fine uniti come una vera famiglia e pronti ad aiutare il giovane mago Shazam verso nuove sfide.
Perché il compito di ogni fanciullo del mondo di Billy è proprio quello di conoscere il mondo facendo leva sulla creatività. Solo, per Billy, basta aggiungere una parola per assaporare quella magia.

Shazam!

Leggi anche: Capitan Marvel – L’Umanità tra le Nuvole e le Stelle

Michelangelo Nanna

Guardo il mondo e le cose con curiosità, esplorando e cercando verità. Viaggio sempre e con fierezza, inseguo le mie passioni con destrezza. Se mi chiedete qual è il mio numero preferito, vi farò un monologo infinito.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.