Home Cinebattiamo Paul Thomas Anderson - 6 punti per capire il suo Cinema, la...

Paul Thomas Anderson – 6 punti per capire il suo Cinema, la sua Poetica

3. Il fulcro della natura umana: il contrasto

Certo, sono tantissime le pellicole che parlano dei contrasti tra personaggi, così come sono tantissime quelle che mostrano i conflitti interiori dei propri protagonisti. PTA spesso si muove su entrambi i livelli contemporaneamente, e la presenza o assenza di acredini interne nei propri personaggi riesce a farceli apparire come positivi o negativi. Nel suo primo film, il bellissimo Hard Eight (o Sydney), è l’accostamento tra i due personaggi principali, ovvero Sydney e John, a costituire uno dei motori dell’opera. Il primo risoluto, quasi disilluso, il secondo un collezionista di errori e disattenzioni. I dilemmi di entrambi, manifesti o meno, costituiscono un ulteriore tassello nel complesso puzzle di pensieri e azioni che Anderson crea in ogni suo film.

Un altro esempio lampante è The Master: Freddie Quell è un uomo problematico, reduce di guerra con problemi caratteriali e parecchi vizi, Lancaster Dodd è un santone tutto d’un pezzo, senza dubbi e con la risposta giusta sempre pronta. Eppure PTA vuole farci capire che i mali più grossi investono Dodd, alter ego del fondatore di Scientology Ron Hubbard, persona indottrinata, glaciale, quasi disumana. Il loro rapporto è simile a quello tra un padre e un figlio, ma quando il figlio lascia casa, forse, capisce che gli insegnamenti del padre non erano poi così corretti. Proprio il fatto che il personaggio di Joaquin Phoenix cambi idea e sia così umanamente vivo è ciò che ce lo fa apprezzare. Paul Thomas Anderson mostra conflitti e debolezze per quello che sono: una grande e ineludibile parte dell’essere umano. 

Matteo Melis
"Il segno è qualcosa che sta per qualcuno al posto di qualcos'altro, sotto certi aspetti o capacità" (C. Sanders Peirce)

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

LEGGI ANCHE

Billy Butcher – Amore e Guerra

Billy Butcher, un nome e un destino: butcher, infatti, significa macellaio. Ed è così che si presenta il personaggio interpretato da Karl Urban in...

Perché Joel Miller? | The Last Of Us

Bill: «Ti racconto una storia. C'era una volta qualcuno a cui tenevo davvero, una persona... qualcuno di cui mi prendevo cura. Ma in questo...

Tenet – Nolan e Rancore nella Macchina del tempo

Nolan e Rancore. Il primo dietro una macchina da presa, il secondo dentro la macchina del tempo: entrambi riavvolgono la storia del mondo. Esattamente...

Le notti bianche di Lost in Translation – L’intraducibilità della solitudine

Lost in Translation e Le notti bianche. «La poesia è ciò che si perde nella traduzione. Ed è anche ciò che si perde nell'interpretazione».  (Robert Frost) La...