Home Serie TV e Netflix The Crown 3 - Dio salvi il Principe del Galles

The Crown 3 – Dio salvi il Principe del Galles

Da Domenica 17 Novembre The Crown 3 è stata rilasciata sulla piattaforma streaming di Netflix. Questa serie incentrata sulla vita della Regina Elisabetta II e sulla Famiglia Reale, è già stata confermata per una quinta stagione. In questi mesi invece si sta girando già la quarta, che sarà sull’arrivo a corte di Lady Diana Spencer e sul governo inglese con a capo Margaret Thatcher.

 

LA REGINA ELISABETTA

The Crown 3, per differenziare meglio il salto temporale-narrativo, ha cambiato e rinnovato il cast principale. La Regina Elisabetta è interpretata dall’attrice inglese Olivia Colman. Il Premio Oscar come Migliore Attrice Protagonista torna a impersonare una Regina inglese, dopo l’esperienza di Anna Stuart in La Favorita di Yorgos Lanthimos.

Olivia Colman ha raccolto il testimone lasciato da Claire Foy, immedesimandosi anche lei tanto nell’ aspetto ma anche nella gestualità. La sua Regina è alla soglia dei quarant’anni, siamo negli anni della maturità dove è madre di figli ormai adulti e padrona della politica nazionale e internazionale.

THE CROWN 3

the crown 3

Questa terza parte è sempre scritta dallo sceneggiatore e drammaturgo britannico Peter Morgan come le due precedenti. I nuovi volti non fanno rimpiangere il vecchio cast e si inseriscono perfettamente nella trama sempre intrigante.

Tra i nuovi ingressi troviamo anche Helena Bonham Carter in quelli della principessa Margaret e Tobias Menzies nel ruolo del principe consorte Filippo. In questa stagione vediamo cresciuti il Principe Carlo e la secondogenita Principessa Anna interpretati da Josh O’Connor e Erin Doherty.

Importantissima è l’attenzione alla scrittura, con snodi narrativi tra politica, economia e scene da dramma familiare. Il tutto si unisce così bene, tanto da spingere lo spettatore a passare con rapidità da un episodio dopo l’altro e farsi travolgere dalla storia della monarchia sotto Elisabetta II.

LA REGINA E IL PRINCIPE

the crown 3

The Crown 3 è composta da dieci episodi, inizia nel 1964 e si conclude con il Giubileo d’Argento Del 1977. Questa terza stagione è incentrata sul peso del potere sulle spalle di Elisabetta. Nella vita della Regina non c’è solo il lavoro di regnante, nei panni di una delle più potenti figure femminili del tempo, ma anche quello di moglie e di madre.

In questa stagione viene analizzato il difficile e burrascoso rapporto tra lei e suo figlio Carlo. Come potevamo immaginare la vita del giovane sangue blu non è mai stata tutta rosa e fiori, infatti è sempre stata caratterizzata dal fardello del suo ruolo da futuro Re dell’Inghilterra.

 

IL PRINCIPE CARLO

Carlo contro la sua volontà, su scelta di un padre freddo e severo, fu spedito a Gordonstoun nel nord-est della Scozia, nella scuola frequentata dallo stesso Filippo da bambino. Istituto dove il principe si è trovato sempre fuori posto, visto che lui desiderava frequentare la più vicina e accogliente Eton College di Windsor.

Il principe Carlo crescendo si è trovato a scontrarsi anche con la figura materna di Elisabetta, dura e per certi versi spietata. La Regina per dovere del suo ruolo, ha cancellato ogni residuo di maternità nei confronti del figlio, ritenendolo anche inadatto al ruolo di suo erede al trono.

TYWYSOG CYMRU

Tywysog Cymru in lingua gallese significa Principe del Galles. Questo termine è anche il titolo del sesto episodio di The Crown 3. Capitolo incentrato sull’incoronazione di Carlo e sulle vere ragioni e gli scenari politici dietro questo evento. Siamo nel 1969 quando il Galles è in una fase critica, in cui Edward Millward, politico nazionalista gallese, stava cavalcando l’onda delle richieste di indipendenza.

Elisabetta su consiglio del Primo Ministro Wilson, obbliga Carlo a lasciare Cambridge. Carlo conosce il motto della famiglia reale: il dovere prima della felicità, e abbandona l’Università inglese. Il principe si trasferisce per qualche tempo in Galles, dove inizia a studiare la storia e impara la complicatissima lingua gallese. Carlo si immedesima con il Galles, entrambi si sentono dominati e ignorati dalla Corona.

All’inizio e alla fine di Tywysog Cymru si cita il Riccardo II di Shakespeare, recitato proprio da Carlo durante una rappresentazione teatrale. In questa opera il tema principale è quello del sovrano e il suo rapporto con i comuni mortali che si associa a quello della serie che invece è il ruolo di un sovrano in una democrazia parlamentare.

Impossibile non menzionare il giovane attore Josh O’Connor che fa un ottimo lavoro qui per mettere in scena il Principe Carlo, sembra proprio lui, nei movimenti, ma anche nella parlata soprattutto nella scena in cui recita in gallese durante il suo discorso.

The Crown si riconferma, uno dei prodotti seriali inglese più meticoloso e attento ai dettagli. Come quelli per il guardaroba regale di tutti i componenti della Royal Family ma anche per le ricostruzioni storiche dei tantissimi luoghi in cui è stata girata.

Leggi anche: Preacher- L’umanita é perduta, Dio é scomparso

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

LEGGI ANCHE

Il Sospetto- l’ambiguità di un bicchiere di latte

Alfred Hitchcock: "Ma le è piaciuta la scena del bicchiere di latte?" François Truffaut: "Quando Cary Grant sale le scale, è molto bella." Alfred Hitchcock: "Avevo...

Quentin Tarantino e Christoph Waltz – Compagni di Viaggio

Questa è una storia un po' particolare, di quelle che non accadono spesso. La storia tra due compagni di viaggio che si sono incontrati...

Camus e i Coen – Lo Straniero che non c’era

I due protagonisti si parlano, anche stando in silenzio. Nella pellicola dei fratelli Coen dal titolo L’uomo che non c’era (2001), Ed Crane sembra...

N. W. Refn e Ryan Gosling – La poetica del silenzio dell’antieroe

C'è stato un periodo che ha segnato lo spartiacque per la carriera di Nicolas Winding Refn, ovvero quello della realizzazione di Drive. Non solo...