Home Classifiche I 5 (+1) migliori film di Giuseppe Tornatore

I 5 (+1) migliori film di Giuseppe Tornatore

Giuseppe Tornatore non ha di certo bisogno di presentazioni.
Il regista nativo di Bagheria negli anni ha saputo conquistarsi un ruolo di punta nel cinema italiano e internazionale grazie ad uno stile riconoscibile che mescola sapientemente tecnica, sentimentalismo ed un’enorme cinefilia.
In occasione del suo compleanno, riscopriamo alcuni dei titoli che ne hanno segnato la carriera.
Una premessa, tuttavia, è doverosa: per chi scrive, Tornatore rappresenta una fonte di ispirazione inesauribile. Questa lista, dunque, è frutto di scelte molto sofferte e di esclusioni eccellenti, dal momento che sarebbe opportuno recuperare tutta la filmografia di questo grande regista.

In occasione del compleanno di Giuseppe Tornatore, ecco la nostra personalissima classifica dei migliori film di un regista unico.
Giuseppe Tornatore

5. La Sconosciuta (2006)

La Sconosciuta narra la storia di Irena, ex prostituta ucraina che trova lavoro a Milano, presso la famiglia Adacher. La ragazza si lega sempre di più alla loro figlia e sembra trovare una nuova pace. Tuttavia i traumi del passato, i ricordi di un dolce amore interrotto e lo spettro del suo aguzzino non tardano a manifestarsi.
Dopo una serie di film più apertamente sentimentali, Tornatore compie un brusco cambio di rotta, cimentandosi in un thriller ad alto tasso tensivo. Gettando una fitta coltre sulla personalità di Irena, il regista centellina con sapienza quando e, soprattutto, come svelarne la storia. Questo lavoro di sottrazione fa sì che lo spettatore sia parte attiva di questo mistero da svelare.
Un mistero che, come in tutti i grandi thriller, ha dei risvolti imprevedibili. Il tutto viene ulteriormente impreziosito dalla vena sentimentale di Giuseppe Tornatore e dalla stupenda colonna sonora di Ennio Morricone.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

LEGGI ANCHE

Keyser Söze – L’essenza del male, l’essenza del potere

Roger "Verbal" Kint: «Keaton diceva sempre: "Io non credo in Dio, però ho paura di lui". Beh, io credo in Dio... e l'unica cosa...

David Cronenberg – Indagatore della Mente, profeta della Nuova Carne

Quando la mente erra per sentieri oscuri e inesplorati, anche il corpo ne risente. I tratti somatici del viso si irrigidiscono e la tensione...

Il Finale di The Departed – L’etica allo specchio

Molte esperienze di vita rendono l'uomo consapevole del fatto che i paradossi albergano nella sua anima. The Departed, film di Martin Scorsese del 2006, narra...

Call Me By Your Name e Damien Rice- It’s just that it’s Delicate

«We might kiss when we are alone When nobody's watching We might take it home We might make out when nobody's there It's not that we're scared It's just...