Home Serie TV e Netflix How I met you mother - Lily, l'amica e l'anima gemella ideale

How I met you mother – Lily, l’amica e l’anima gemella ideale

La gang più famosa della TV, forse dopo i ragazzi di Friends, è sicuramente quella di How I met your Mother. Ognuno di questi cinque personaggi, stretti da un profondo legame di amicizia, per nove stagioni ci hanno fatto emozionare con le loro debolezze, ma allo stesso tempo ci hanno fatto ridere con le loro stramberie. In questo articolo ci concentriamo su Lily, l’amica che tutti vorremmo, l’anima gemella che tutti cerchiamo. 

Tra famiglia e carriera, due donne agli antipodi: Robin e Lily

Lily Aldrin, co-protagonista della serie How I Met Your Mother, scopriamo insieme la donna meravigliosa e forte che è.

I personaggi femminili dello show sono due polarità opposte. Da un lato abbiamo Robin dedita alla carriera, dall’altro Lily ,devota alla famiglia così tanto da trascurare le ambizioni avute sin da ragazza. I due personaggi si osservano e si ammirano. C’è una piccola parte di ognuna di loro che vorrebbe entrare nel modo di vivere dell’altra. Robin si trova a piangere in seguito alla notizia di non poter avere figli. Lily, nonostante sia felice con la sua famiglia, è perseguitata dallo spettro della possibilità di una carriera di successo. I rimpianti si legano inevitabilmente alle loro anime, così come i rimorsi.

Questo aspetto della personalità di Lily la rende un personaggio complesso. Lei è piena di ambizioni e desideri, in perenne conflitto tra ciò che ha e ama e ciò che vorrebbe in più. Già da prima delle nozze con Marshall, i suoi rimorsi vengono a galla come la paura di non poter recuperare il tempo perso. La coppia più adorabile della serie si lascia. Nell’ultima puntata della prima stagione Marshall, spaventato dal cambiamento d’idee della moglie, le da un ultimatum: l’arte o lui, Lily sceglie il suo sogno. Odiamo Lily per l’assenza di tempismo, per aver abbandonato Marshall, ma allo stesso ammiriamo il coraggio di una donna che vuole concentrarsi su se stessa, chiarirsi delle domande che non le renderebbero il matrimonio fattibile.

Lily Aldrin, co-protagonista della serie How I Met Your Mother, scopriamo insieme la donna meravigliosa e forte che è.

Il progetto di San Francisco fallisce e lei si rende conto dei suoi errori, ritorna sui suoi passi. Eppure rimane in lei questa tensione irrisolta, il voler consacrare la sua vita alla sua passione, l’arte. Seppur piena di gratitudine per tutto quello che ha, ogni giorno si alza consapevole del suo potenziale inutilizzato. Ci spezzano il cuore le parole che dice a Ted, spingendolo a confidarsi su Robin nell’ottava stagione.

«A volte vorrei non essere una mamma. A volte voglio fare una valigia e andarmene nel bel mezzo della notte e non tornare più… Cioè adoro essere madre. Amo tantissimo Marvin. Ma ti ricordi quanto volevo essere un’artista?  L’arte era tutta la mia vita,adesso sono passati mesi da quando non tocco un pennello».

Questione di tempo prima che Lily riesca a coniugare i suoi due sogni, la famiglia e la  passione, grazie all’offerta del Capitano. Marshall la supporterà: come lei è stata da sempre la sua prima complice quando si parlava dei suoi sogni, così vorrà esser lui per lei.

L’anima gemella che tutti cerchiamo

Lily Aldrin, co-protagonista della serie How I Met Your Mother, scopriamo insieme la donna meravigliosa e forte che è.

Cosa rende Lily, nonostante queste turbolenze nel cammino, l’anima gemella che tutti cerchiamo? Lily per Marshall è stata sempre un posto sicuro in cui rifugiarsi, un’amica con cui confidarsi. Una persona che non soltanto ti è vicina nei momenti più terribili, come la morte del padre di Marshall, ma anche quella che sembra conoscerti meglio di quanto tu possa fare. Sono numerose le volte in cui Marshall si sentirà perso e sull’orlo di rinunciare ai suoi sogni. Diventare un avvocato ambientalista è un percorso faticoso e non sempre remunerativo. Marshall spesso rinuncia. Infatti prende il posto di lavoro alla Goliath National Bank, andando contro tutti i suoi principi. E allora arriva Lily, l’anima gemella, pronta a ricordargli chi è, cosa vuole e che la sua felicità è più importante della loro condizione finanziaria.

How I Met Your Mother ci regala una serie di momenti magici tra Lily e Marshall. I due diventano il modello di coppia ideale delle serie TV. Non ci viene mostrato soltanto il lato roseo della coppia, ma anche le liti più ardue, le promesse non mantenute. La bellezza di questa relazione si trova nella capacità che i due hanno di gestire le difficoltà e di venirne a capo in ogni caso. 

La giustizia secondo Lily Aldrin

Una delle caratteristiche più evidenti nel personaggio di Lily è la sua fermezza morale. Lily ha una serie di principi su cosa sia giusto fare e cosa no e sono quelli che trasmette ai bambini nella sua classe e alle volte anche gli adulti. Si tratta della famosissima “giustizia secondo Lily Aldrin”, uno degli aspetti più divertenti dello show. Lily  ruba le cose a coloro che non hanno avuto una buona condotta e le restituisce solo quando avranno imparato la lezione. Iconica è la puntata 2×06, con guest star Bryan Cranston come cattivo capo di Ted, a cui Lily ruba la palla da baseball firmata da un noto giocatore.

L’amica che tutti vorremmo

Quarta stagione, prima puntata. Barney chiama Lily per confidarle il suo segreto più profondo. Le rivela di provare sentimenti seri per Robin. Il fatto che Barney, il personaggio che si nasconde dietro a una maschera di giochi e di leggende, abbia scelto Lily per confidarsi, ci mostra quanto lei sappia essere un’ottima amica. Per ognuno di loro, lei c’è sempre. Lily è l’amica che tutti vorremmo perché possiede una sensibilità ed empatia unica al mondo, una straordinaria capacità di sentire la sofferenza altrui e trovare modi e consigli per alleviarla.

Notiamo in lei una grandissima attenzione al gruppo di cui vuole tutelare e conservare a tutti i costi l’integrità. Non ci sorprende il suo dispiacere nell’apprendere il graduale allontanamento di Robin. Per Lily il gruppo è una famiglia, un legame da fortificare attraverso la condivisione di momenti speciali, come un matrimonio e la nascita di un bambino. 

Lily ha i suoi difetti, come chiunque altri, ma questi sono minimi in confronto alla donna che è diventata; una donna forte per se stessa e per chi le sta attorno, una mamma in grado di dedicarsi anche alla sua passione, la compagna ideale con cui invecchiare. 

Leggi anche: Perchè Ted Mosby è l’eroe di cui abbiamo bisogno .

Lory Coletti
Ciao sono Lory! Ho 22 anni e studio al DAMS di Lecce, dove ho potuto approfondire le mie passioni come il cinema e la musica. Ho scritto due racconti ( Leasly Kinkol e gli uomini della morte, 2012 e Con il Cuore, 2015), nel 2018 ho realizzato un piccolo demo su disponibile su SoundCloud ( Ragazza Monumento) con cui inizio la mia carriera di cantautrice. IN più sono una scrittrice per la rivista online Settima Arte!

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

LEGGI ANCHE

Il finale di The Last Of Us: Parte II – Il Mio Dovere

Naughty Dog, da un po' di anni a questa parte, è sempre stata garanzia di storie coinvolgenti, personaggi indimenticabili e finali struggenti. Tuttavia, The...

Cinema e Letteratura- Tre donne scrittrici, tre film che le hanno onorate

Le donne passate alla storia come scrittrici sono quelle che si sono distinte per le loro idee rivoluzionarie. Quelle che hanno fiutato il cambiamento,...

Il finale di Her – Il sorriso di una solitudine a due

Her (2013) come quasi tutta la filmografia di Spike Jonze verte sul “mettersi nei panni degli altri”. Se Essere John Malkovich (1999) faceva di questo processo...

Polly Shelby – La principessa zingara

I gangster più famosi del momento sono i Peaky Blinders e sono degli zingari della Birmingham degli anni venti del '900, che si amano, pur essendo...