Home (Non) è un paese per Festival Il Cinema Ritrovato is back!

Il Cinema Ritrovato is back!

Ebbene, tutti temevano sarebbero stati annullati per questa imminente estate 2020 post Covid-19, ma la tanto amata manifestazione estiva Sotto le stelle del cinema e il festival Il Cinema Ritrovato si terranno. Ancora una volta si rinnoverà la magia di un grande cinema all’aperto in una delle piazze più suggestive d’Italia: Piazza Maggiore a Bologna.

La notizia è stata annunciata con entusiasmo dai curatori del festival e dalla Cineteca di Bologna. Per quanto concerne Sotto le stelle del cinema, si cercherà di coprire un arco temporale tale da non perdere nulla rispetto alle edizioni passate, ovvero un programma di cinquanta serate tutte da vivere durante l’estate bolognese dal 4 luglio al 1° settembre.

Ogni giorno sarà proiettato un film su un maxi schermo, che sarà goduto da un pubblico stavolta contingentato. Si prevedono circa mille spettatori per sera, che potranno fruire la visione in maniera sicura. La lista dei film da proiettare è ancora work in progress, ma sarà presto annunciata.

il cinema Ritrovato

Che cos’è Il Cinema Ritrovato?

Il festival si autodefinisce come: 

«Una macchina del tempo che ci farà esplorare i tre secoli del cinema, dalla fine dell’Ottocento all’ inizio del Duemila; e una macchina dello spazio che ci condurrà in molteplici viaggi attraverso il cinema di tutto il mondo».

«Scopriremo opere che non abbiamo mai visto e riscopriremo quelle che abbiamo sempre amato…»

È di sicuro un’occasione per tutti gli amanti del cinema e della sua storia, poiché ogni anno vengono condivise col grande pubblico delle grandi, piccole, rare opere cinematografiche risalenti dai primi anni della nascita del cinema sino agli anni 2000, grazie al lavoro di restauro delle pellicole della Cineteca di Bologna – nata nel 1960 con lo scopo di conservare, condividere e trasmettere un patrimonio di bellezza e cultura, quale il cinema;il suo archivio custodisce oltre 70.000 titoli.

Il festival del Cinema Ritrovato, dunque, è anche ritrovare il cinema muto, eccezionalmente accompagnato da un orchestra formata da i migliori musicisti, per ridargli nuova vita. Non mancano poi i dibattiti con numerosi esperti e interviste di registri o attori prestigiosi.

Il Cinema Ritrovato, alla sua trentaquattresima edizione, si svolgerà a conclusione del periodo di rassegna dal 25 al 31 agosto. Si stava lavorando il progetto di quest’anno, in realtà, già da prima dell’emergenza sanitaria, avendo magari progettato delle date più imminenti rispetto ad agosto.

Il Cinema Ritrovato – Fuori Sala

Tuttavia, il Festival ci ha lasciati mai del tutto durante i mesi di lockdown: la rubricaIl Cinema Ritrovato – Fuori Sala  – a cura del direttore della Cineteca Gian Luca Farinelli e del responsabile dell’Archivio Pellicole Andrea Meneghelli – ci ha tenuto compagnia in assenza della possibilità di frequentare la sala del cinema di persona.

L’iniziativa consiste nel pubblicare online ogni giovedì (il giorno settimanale di uscita nelle sale di nuovi film) dei contenuti inediti, pellicole restaurate, “piccole perle del cinema” dello scorso secolo conservate negli archivi della Cineteca di Bologna: dalle brevi riprese con la allora sperimentale tecnica del colore Kinemacolor ai documentari sociali, dai divertenti cortometraggi del cinema muto del secondo decennio del Novecento alle riprese paesaggistiche.

Il Cinema Ritrovato | Fuori Sala #2 | Il Cinema Ritrovato Festival
Un frame di Bologna nel 1912 nel Fuori sala #2

Non ci resta che ritrovare quella passione, un po’ nostalgica, che giace dentro un po’ tutti noi, che ci fa sorprendere, commuovere, rivivere emozioni della nostra vita, per il cimema.

Leggi anche: Cinema Ritrovato – Una maestosa 33a edizione

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

LEGGI ANCHE

La censura cinematografica in Italia

Tra i tanti aspetti che contornano l’industria cinematografica vi è, purtroppo, anche la censura. Non importa di quale nazione si parli. La censura cinematografica...

Chuck Palahniuk e la letteratura cinematografica – Fight Club e Soffocare

«Possiamo passare la vita a farci dire dal mondo cosa siamo. Sani di mente o pazzi. Stinchi di santo o sesso-dipendenti. Eroi o vittime....

A Classic Horror Story – Alle origini

Il 14 luglio 2021 vede l'approdo su Netflix dell’horror made in Italy A Classic Horror Story. Alla regia Paolo Strippoli assieme a Roberto De Feo, ritornato dietro la macchina...

Revolutionary Road e Jhonny & Mary – Il peso della verità

Revolutionary Road è la prima opera dello scrittore Richard Yates che, con il suo stile lineare, è stato in grado di raccontare la società americana...