Home Il Mondo tra Anime e Animazione Anime Endeavor: L'incendio del proprio ego - My Hero Academia

Endeavor: L’incendio del proprio ego – My Hero Academia

L’enorme successo di My Hero Academia va ricercato nella costruzione del sistema dei personaggi, che risulta il primo elemento di rinnovamento di una nuova generazione di battle shonen. Per sottolineare la grande rilevanza che l’opera fornisce ai suoi personaggi, prenderemo in esame l’essenza delle fiamme dell’austero Endeavor e ciò che ne deriva.

Nello scontro spettacolare contro Nomu che conclude la quarta stagione, il padre di Todoroki raggiunge probabilmente il punto più alto della sua parabola esistenziale perché dimostra, prima agli altri e poi a se stesso, le reali virtù di un leader e del suo sacrificio.

Presentato come l’Hero N°2, secondo solo ad All Might, Enji Todoroki è uno dei personaggi più impattanti della narrazione per il ruolo che ricopre. Per comprendere ciò che muove il suo enorme ego, bisogna però analizzare il suo rapporto con il potere e, quindi, con ciò che All Might stesso rappresenta per la gente.

Endeavor odia la sua inferiorità, perché lo relega ai margini, lontano dalla vittoria e continuamente in discussione.

Enji disprezza Toshinori per essere il suo unico ostacolo per diventare l’eroe numero uno. Tuttavia, Toshinori non prova odio o disprezzo nei confronti di Enji, e tutto ciò arriva inevitabilmente all’opinione pubblica, non viene ignorato dalla gente, perché l’immagine che Endeavor dà di sé risulta sempre lontana dal ruolo che dovrebbe ricoprire.

Alla base dell’ambiguità che lo caratterizza, infatti, si trovano i suoi errori come marito prima e come padre poi.

Nel momento in cui comprende di non poter superare All Might, decide di creare un nuovo Hero in grado di realizzare la sua ambizione, la sua ossessione. Grazie a un matrimonio Quirk, riesce a ottenere Shoto, un figlio con un forte Quirk, caratterizzato dalla capacità di congelare con la metà destra del proprio corpo e di bruciare con la metà sinistra.

Endeavor dimostra di essere un uomo egoista, a cui interessa solamente la realizzazione del proprio sogno, e un padre orribile, che allena il figlio senza sosta e in modo brutale. Questa inclinazione alla violenza influisce anche nel rapporto con sua moglie, che lui maltratta regolarmente, dimostrando di essere un uomo insensibile e senza cuore. Risulta evidente che il matrimonio con Rei nasca solo per sfruttare la potenza del suo Quirk.

In seguito all’apparizione del potere di Shoto, Rei arriva a gettare dell’acqua bollente sull’occhio sinistro di Shoto definendo il suo lato sinistro “disgustoso”. Enji in seguito a questo episodio porterà Rei in un centro psichiatrico per aver fatto del male a Shoto.

Eccoci a comporre un'ode per Endeavor di My Hero Academia, simbolo di un egocentrismo che non conosce mezze misure.
Endeavor e Todoroki

La realizzazione del proprio obiettivo schiaccia ogni possibilità di vita, persino quella dei propri cari, perché niente e nessuno rappresenta una priorità davanti all’ego di Endeavor.

Le ferite insanabili che Rei e Shoto portano costantemente sulla pelle e nell’anima rappresentano il peso dei peccati del padre che, come nella più biblica delle storie, insegue e afferra il figlio. Come un’eterna condanna, Shoto decide quasi sempre di non vivere il fuoco, perché gli ricorda chi non vuole diventare.

Todoroki a Midoriya: «Mio padre è Endeavor, l’ eterno eroe numero due. Se tu possiedi qualcosa del numero uno, ho una ragione in più per vincere».

Eccoci a comporre un'ode per Endeavor di My Hero Academia, simbolo di un egocentrismo che non conosce mezze misure.
Endeavor, Rei e Todoroki.

Nonostante l’immoralità delle sue azioni, Endeavor non risulta mai visibilmente pentito per aver distrutto la propria famiglia, ma ripone costantemente fiducia nelle potenzialità del figlio e in ciò che può diventare.

Alla notizia di essere diventato il nuovo N°1 a causa del ritiro di All Might, una buona parte della popolazione mostra le proprie perplessità a causa del suo temperamento e delle sue azioni, soprattutto in rapporto alla sicurezza e semplicità che All Might sapeva trasmettere.

Nel finale della quarta stagione, tuttavia, Endeavor affronta le responsabilità per cui ha sempre lottato, senza mezze misure, a modo suo.

Immediatamente messo in difficoltà dal Nomu, il padre di Todoroki perde un occhio e subisce gravi danni. La sua sconfitta sembra imminente, ma la forza di volontà, l’orgoglio, l’ossessione e l’egocentrismo che lo hanno sempre caratterizzato si presentano come un mix perfetto per la vittoria.

Usando il dolore come benzina, incapace di muoversi, Endeavor sancisce il suo definitivo riscatto agli occhi del mondo e di se stesso: non più secondo, marginale, inferiore, ma finalmente leader, protagonista, salvatore dell’umanità.

Lì, tra le nuvole, all’urlo poderoso di un “Plus Ultra” a pieni polmoni, il suo Prominence Burn incenerisce il nemico, facendo poi cadere Endeavor al suolo. Enji, però, non abbraccia la terra, simbolo di sconfitta e resa, ma cade in piedi con il pugno alzato e lo sguardo fiero del vincitore. Ha vinto, dimostrando al mondo di poter esser degno del titolo che porta, del potere che ne deriva e della responsabilità per le nuove generazioni.

La complessità del personaggio di Endeavor è racchiusa in questo scontro, dove il dolore rappresenta il motore per bruciare, lottare, vincere su quel traguardo che da sempre lo tormenta, e che mai come ora gli sembra vicino.

Leggi anche: Shoto Todoroki – Il Peso delle Aspettative

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

LEGGI ANCHE

Nuovi Sguardi – Intervista a Dario Bocchini sul corto Ride With The Guilt

Due donne avvolte dal rosso e il giallo, predominanti nell’intero short film di Dario Bocchini, regista e sceneggiatore indipendente di cortometraggi con sede a...

Nuovomondo – Spaccato di un’Italia migrante

Nuovomondo di Emanuele Crialese - Lo spaccato di un'Italia migrante a cavallo dei secoli XIX e XX Attraverso il cinema abbiamo cercato di realizzare un...

La sposa turca – I paradigmi di una solitudine a due

In tedesco il titolo del film La sposa turca è Gegen die wand (“Contro un muro”), eco che richiama la scena iniziale del film...

Mommy – Tra Amleto ed Edipo nel film di Xavier Dolan

Mommy - Tra Amleto ed Edipo nel film di Xavier Dolan L’Amleto è una delle opere più complesse fra le drammaturgie shakespeariane, oggetto di studio...