News

Autore: Silvia Di Conno

La Dolce Vita – Fellini alla ricerca dell’Essenzialità

– RETROSPETTIVE D’AUTORE: IL FAVOLOSO MONDO DI FELLINI – QUI TROVI L’INTRODUZIONE ALLA RUBRICA:https://www.artesettima.it/2019/04/07/fellini-lunico-vero-realista-e-il-visionario/   Scoprire di quale fattezza sia il tessuto della trama con cui è cucito La dolce vita è come pretendere di leggere il tempo dei propri sogni notturni alla luce di quello della vita, dimenticando l'assoluta incommensurabilità temporale contro la quale imperterrita…
Read More

Intervista col Vampiro – Il Fardello dell’Immortalità

Eccedente rispetto agli stessi personaggi protagonisti risulta essere la poetica di questa pellicola: un'atmosfera tetramente mistica, latentemente horror e splatter al punto giusto. (altro…)
Read More

Dancer in the dark – Il Non-Luogo dove tutti i Musical si incontrano

L'essere di "Dancer in the dark" un anti-musical per eccellenza, come Lars Von Trier stesso l'ha definito, risulta  quanto mai visibile non solo nell'uso di una camera a mano per la realizzazione delle riprese, ma anche e soprattutto nell'assenza di una continuità tra le parti cantate e quelle vissute. Se, infatti, nel genere classico di…
Read More

L’Amore in Città – Le Facce dell’Amore nell’Italia che Fu

- RETROSPETTIVE D'AUTORE: IL NEOREALISMO ITALIANO - QUI TROVI L'INTRODUZIONE ALLA RETROSPETTIVA:  https://www.artesettima.it/2019/02/03/il-neorealismo-italiano-la-culla-del-nostro-cinema/   “L’amore in città” del 1953 può essere considerato un manifesto neorealista tenuto insieme da sei mirabili mani: Lizzani, Antonioni, Risi, Fellini, Maselli, Zavattini, Lattuada. Ideato e supervisionato da Zavattini con il progetto di renderlo un’inchiesta giornalistica in sei parti, esso abbraccia…
Read More

The Prestige – La Riscoperta dell’Io tramite lo svelamento delle Illusioni di cui è vittima

Non è un caso, a mio parere, che l'ambientazione di "The Prestige" sia un contesto storico quale l'Inghilterra vittoriana, in cui la prudery, ossia il moralismo imperante, risulta essere la maschera sotto la quale si celano lo sfruttamento della prostituzione e del lavoro minorile. Il tema della rispettabilità della propria immagine sociale proprio di questo…
Read More

The children act: Il verdetto – Ogni voce trova una domanda

Il film “The children act: il verdetto”, uscito nel 2017 e diretto da Richard Eyre, è basato sul libro “La ballata di Adam Henry” di Ian McEwan che ha adattato in prima persona il proprio racconto, tratto da una storia vera, al linguaggio cinematografico. L’attrice Emma Thompson interpreta mirabilmente il personaggio di Fiona Maye, giudice…
Read More

Eyes Wide Shut – L’intimo, perverso paradosso degli Occhi

"Eyes wide Shut", ultimo capolavoro di Stanley Kubrick, consuma nel suo stesso titolo il suo intimo paradosso: il mantenersi ad occhi spalancati ma serrati, in uno stato che esaspera la veglia al punto tale da renderla una condizione di onirica trance, mossa dal gorgo della quotidianità, ma resa immobile da quell'inconoscibile e inspiegabile fondo insinuatosi…
Read More