Home Nella Storia del Cinema Christopher Nolan: Il regista che trascende i generi

Christopher Nolan: Il regista che trascende i generi

Inception – Cartesio e il Genio maligno di Nolan

In un prodotto filmico solitamente siamo abituati ad assistere a uno o più conflitti che vedono coinvolti i personaggi. Il regista, lo sceneggiatore, piuttosto...

Il Finale di Inception – Totem, Limbo, Sogno

Il finale di Inception.   Inception (Nolan, 2010) è la storia tragica e cervellotica di un estrattore di sogni alla ricerca del suo passato. Il tipo di lavoro...

Dunkirk – Il Nemico che non si vede

Il cinema di guerra è un genere cinematografico che affonda la sua realizzazione in un perfetto binomio: da un lato l'azione; cronache di guerra,...

Alfred Borden

Alfred Borden. Osserva attentamente Il primo secondo di The Prestige spiega a pieno l'intero film. La voce fuoricampo non è solo quella di Borden, idealmente è...

Batman – Perché cadiamo?

  “Sai perché cadiamo, Bruce? Per imparare a rimetterci in piedi.” Arriverà il giorno in cui cadremo. Tutti prima o poi cadono. Arriverà il giorno in...

Nolan, Aristotele e l’Amore come Motore Immobile

Nolan. In molti hanno tratto ispirazione dall’amore, un sentimento così forte da poter minare l’essenza razionale dell’uomo. Sommi poeti, antichi filosofi, cantanti, scrittori, oratori di...

Gli ultimi articoli

La fotografia di Emmanuel Lubezki, parte 3 – Alejandro G. Iñarritu o la ricerca della fisicità

Siamo arrivati all’ultimo appuntamento dedicato alla fotografia di Emmanuel Lubezki. Dopo aver esaminato i sentieri misteriosi della vita alla ricerca di Dio con Terrence...

Pieces of a Woman – La necessità di ricomporre i pezzi

Pieces of a Woman è il primo lungometraggio in lingua inglese del talentuoso Kornél Mundruczó. Presentato in concorso alla 77ͣ Mostra del cinema di...

Gattaca – L’idolo della scienza e la dittatura che non si vede

Il concetto di totalitarismo nell'immaginario comune è associato a figure dittatoriali che opprimono la libertà individuale attraverso modalità estremamente visibili, di solito utilizzando la...

The Office – Come sopravvivere all’esistenzialismo capitalista di un lavoro

Ding! Si aprono le porte dell'ascensore. Percorri un corridoio dalle pareti color crema e attraversi con grandi falcate una grande stanza rettangolare. Prima, seconda, terza...

Iñárritu – Il senso del finale di 21 grammi

C'è qualcosa di potente e fortemente immaginifico nel modo in cui Iñárritu costruisce il finale delle sue opere: che sia lo sguardo in macchina di...