Home Settimane a Tema Il Mondo secondo Bojack Horseman

Il Mondo secondo Bojack Horseman

Sarah Lynn – La fragilità dell’immagine

La Sarah Lynn protagonista della serie Bojack Horseman è una donna di trent'anni. Dettaglio banale, risaputo, ma di fondamentale importanza. Una donna di trent'anni immediatamente...

BoJack Horseman – Il sottile confine tra ottimismo e pessimismo

Ci siamo tutti noi, nelle sagge e devastanti affermazioni del cavallo antropomorfo BoJack Horseman. Il motivo per il quale la serie Netflix ci attira...

BoJack Horseman – C’era una volta a… Hollywoo

C'era una volta a... Hollywoo. “(…) il vero problema dell'attuale stato della nostra civiltà è che abbiamo smesso di farci delle domande.” Zygmunt Bauman Benvenuti a Hollywoo,...

Bojack, True Detective e il Nichilismo di Nietzsche

Bojack Horseman e Rust Chole di True Detective. Temete, oh uomini, perchè siamo tutti figli della generazione del Nulla. Uno spettro riecheggia in quell’Occidente ormai...

Bojack Horseman, True Detective e la Psicoanalisi di Freud

BoJack nella topica freudiana: Al di là del principio di piacere Quello del celebre BoJack Horseman è uno dei personaggi più complessi mai presentati in...

Bojack Horseman e Patrick Melrose – Crudele, Deprimente Libertà

Durante la vita ci capita spesso di sentirci tristi, soli, stanchi, arrabbiati e senza via di fuga. Quello che sembra essere solo un semplice...

Gli ultimi articoli

La fotografia di Emmanuel Lubezki, parte 3 – Alejandro G. Iñarritu o la ricerca della fisicità

Siamo arrivati all’ultimo appuntamento dedicato alla fotografia di Emmanuel Lubezki. Dopo aver esaminato i sentieri misteriosi della vita alla ricerca di Dio con Terrence...

Pieces of a Woman – La necessità di ricomporre i pezzi

Pieces of a Woman è il primo lungometraggio in lingua inglese del talentuoso Kornél Mundruczó. Presentato in concorso alla 77ͣ Mostra del cinema di...

Gattaca – L’idolo della scienza e la dittatura che non si vede

Il concetto di totalitarismo nell'immaginario comune è associato a figure dittatoriali che opprimono la libertà individuale attraverso modalità estremamente visibili, di solito utilizzando la...

The Office – Come sopravvivere all’esistenzialismo capitalista di un lavoro

Ding! Si aprono le porte dell'ascensore. Percorri un corridoio dalle pareti color crema e attraversi con grandi falcate una grande stanza rettangolare. Prima, seconda, terza...

Iñárritu – Il senso del finale di 21 grammi

C'è qualcosa di potente e fortemente immaginifico nel modo in cui Iñárritu costruisce il finale delle sue opere: che sia lo sguardo in macchina di...